In Francia voteresti Le Pen? A Varese c’è Max Ferrari

Il candidato del Carroccio corre ispirandosi al Front National

04 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese Città

Chi in Francia voterebbe Le Pen, a Varese ha il suo punto di riferimento. Max Ferrari, storico militante leghista a giornalista, direttore di Telepadania negli anni d’oro del Carroccio, è infatti candidati nella lista della Lega alle elezioni comunali. E nel suo “santino” elettorale si richiama proprio al Front National: nella foto compare al fianco di Marion Le Pen, nipote di Marine e deputata francese. E lo slogan: “In Francia voteresti Le Pen? A Varese scrivi Max Ferrari”.

Ferrari, infatti, condivide la politica anti islamista ed euroscettica del Front National.
“Visto che tutti i candidati fanno il ticket uomo-donna, io mi sono inventato un ticket euroscettico” è la battuta di Ferrari.

Tag:

Leggi anche:

  • Bagno di folla per Salvini a Malnate

    Il tema più sentito dalla gente che si avvicinava- a detta di Ferrari- è quello della sicurezza e della immigrazione incontrollata che anche a Malnate, tartassata dai furti e da problemi di vandalismo, preoccupa moltissimo. “Chiaramente la nostra corsa è in salita – dice Ferrari,
  • Max Ferrari: “Siamo invasi dagli estremisti islamici grazie alla sinistra”

    Queste le parole dure di Max Ferrari, ex direttore di Telepadania, e leghista duro e puro da sempre. Ferrari si presenta alle prossime elezioni nella lista della Lega Nord.
  • Max Ferrari: “Con Oneto se ne va l’indipendentismo”

    Sottolineando anche il modo in cui i vertici leghisti lo avevano spesso messo in un angolo. “Inutile fingere: con Gilberto Oneto se ne va l’indipendentismo – commenta Ferrari – non vedo altri capaci e desiderosi di farsi portabandiera di una missione così difficile. Fare
  • “Contro il terrorismo islamico serve una grande alleanza tra Europa e Asia”

    “Il primo attacco è stato al ristorante cambogiano – dice Ferrari, parlando degli attentati di Parigi – un segnale preciso, che significa che tutti sono nel mirino: cristiani, ebrei, buddhisti, nessuno è escluso. La Cambogia poi ha relazioni speciali con la Cina, e questo è un