Varese: ecco le preferenze, Oprandi doppia Maroni

Dato incompleto perché una sezione di Casbeno dovrà essere riconteggiata martedì

06 giugno 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese Città
Oprandi comune

Luisa Oprandi è “miss preferenza”: ben 774 elettori hanno scritto il nome dell’ex candidata sindaco a fianco del simbolo del Pd, facendola diventare di gran lunga la più votata nella tornata elettorale di ieri che si completerà tra due settimane con il ballottaggio.

I dati, tuttavia, resteranno provvisori sino a martedì, quando verrà effettuato il riconteggio della sezione 60 (scuola elementare Pietro Micca di Casbeno) per la quale il presidente di seggio ha comunicato agli uffici comunali di non essere in grado di procedere con lo scrutinio delle preferenze.

Qualche aggiustamento, dunque, andrà fatto, ma con tutta probabilità anche il secondo degli eletti per numeri assoluti sarà in casa democratica, ovvero il capolista Andrea Civati che conta ben 509 voti. Nella lista Pd seguono Giampiero Infortuna (407), Antonio Miedico (380), Fabrizio Mirabelli (377), Francesca Ciappina (310), Luca Conte (255), Rossella Dimaggio (242) ed Emilio Corbetta (222), quindi il segretario cittadino Luca Paris (188), Francesco Spatola (165) e il responsabile dei Giovani democratici Giacomo Fisco (124).

Per la Lega Nord, il governatore regionale Roberto Maroni si ferma a quota 328, più che doppiato dalla Oprandi: gli assessori Carlo Piatti (290) e Fabio Binelli (287) precedono quindi il segretario cittadino Marco Pinti (256), l’altro assessore Maria Ida Piazza (225), Silvia Marano (164), Marzia Baratti (130), Max Ferrari (111), Fabrizio Nova (101) e Gladiseo Zagatto (100), che precede di quattro preferenze l’assessore Sergio Ghiringhelli.

Equilibrio al vertice per Forza Italia: 337 per Domenico Esposito, 333 per l’assessore Simone Longhini, 332 per la giovanissima figlia d’arte Carlotta Calemme, quindi Piero Galparoli (293), Roberto Puricelli (226) e Giacomo Tamborini (196).

La lista Paolo Orrigoni sindaco premia Valerio Vigoni (210) sul giovane Luca Boldetti (200), ma anche Marilisa Molinari (175) potrebbe entrare in Consiglio Comunale; per quella di Davide Galimberti, ingresso sulla carta sicuro per Francesca Strazzi (155) e Tommaso Piatti (106), con anche Andrea Bortoluzzi (95) in rampa di lancio in caso di successo al ballottaggio.

Per Fratelli d’Italia-Varese Cresce confermato in Consiglio Giacomo Cosentino (207), con ogni probabilità esclusi Stefano Clerici (150) e Riccardo Santinon (119). Per la lista Varese 2.0 all’incontrastato dominatore Daniele Zanzi (425) potrebbe affiancarsi in Consiglio, in caso di vittoria di Galimberti, Elena Baratelli (150), mentre per il Progetto Concittadino Dino De Simone totalizza 253 preferenze davanti a Enzo Laforgia (123) e Francesca Coffano (110).

Oltre al candidato Stefano Malerba, per la Lega Civica entrerà in Consiglio il confermato Simone Malnati (264) e forse persino Mauro Pramaggiore (182).

Sebbene i conti precisi dipenderanno dall’esito dello scrutinio del seggio mancante, dall’applicazione della formula D’Hondt e, ovviamente, dall’esito del ballottaggio che garantirà il 60% dei seggi alla coalizione del sindaco vincente, alcune liste non dovrebbero avere rappresentanza in Consiglio Comunale a partire da Varese Popolare, nonostante la bella performance dell’ex vicesindaco Carlo Baroni (256): fuori dopo anni anche Movimento Libero (Alessio Nicoletti 142), nulla da fare nemmeno per Cittadini per Varese (Vincenzo Barraco 38), Il Popolo della Famiglia (Maurizio Frattini 72) e per le liste legate a Flavio Pandolfo (Sara Alahy 74), Andrea Badoglio (Barbara Gigliotti 25) e Francesco Marcello (Emanuela Romeo 21).

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio