Clamoroso a Varese: il nuovo sindaco è Davide Galimberti

Storica vittoria per il centrosinistra

20 giugno 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese Città
varese2

 

Per la prima volta dai tempi dell’immediato Dopoguerra, la città di Varese sceglie un sindaco di centrosinistra: è Davide Galimberti, infatti, il nuovo inquilino di Palazzo Estense, da cui viene “sfrattato” il centrodestra dopo 23 anni di guida a forte trazione leghista (Raimondo Fassa, Aldo Fumagalli e Attilio Fontana hanno sempre vinto in nome del Carroccio, oltre che della coalizione).

Alle urne il 50.23% degli aventi diritto, 5 punti in meno rispetto al primo turno di due settimane fa. Davide Galimberti totalizza 16.814 voti, pari al 51.84%: lo sfidante Paolo Orrigoni si ferma al 48.16%, con 15.621 voti. Da notare come Orrigoni abbia perso 1100 voti tra un turno e l’altro, mentre Galimberti ne abbia guadagnati poco più di 1900: in tantissime delle 85 sezioni cittadine, l’esito si è capovolto rispetto a quanto visto due settimane fa, con un predominio a tratti persino nitido del candidato sostenuto dal Partito democratico, dalla Lista Davide Galimberti, dal Movimento Civico Zanzi-Varese 2.0, da Progetto Concittadino e da Cittadini per Varese, l’unica di queste formazioni a non eleggere comunque un rappresentante in Consiglio Comunale.

Galimberti ha atteso gli esiti nella sede del Pd in viale Monte Rosa, insieme alla moglie Pamela, a tantissimi militanti e sostenitori e ai deputati Daniele Marantelli (suo sfidante alle primarie) e Maria Chiara Gadda: solo a risultato ormai acquisito si è recato a Palazzo Estense per le foto e la festa di rito. Varese, dunque, ha clamorosamente cambiato guida con un risultato già in queste ore ripreso da numerose testate nazionali e persino da quelle ticinesi.

Tag:

Leggi anche: