“I parigini non hanno paura. E non rinunceranno a vivere la loro vita in libertà”

Alessandro Ceccoli ha vissuto 19 anni a Parigi. La notte degli attentati è rimasto in contatto con un amico che vive a Parigi

15 novembre 2015
Guarda anche: EuropaVarese
Ceccoli

“Vogliono continuare a vivere la loro vita in libertà I parigini non si faranno intimorire”.

Alessandro Ceccoli, imprenditore e fondatore del Comitato Varese2.0, ha vissuto per 19 anni a Parigi, dove rivestiva il ruolo di direttore generale di un’azienda tessile da 1.500 dipendenti. Ma anche a distanza di anni tiene ancora rapporti con numerosi amici nella capitale francese. Nella tarda serata di venerdì, preoccupato, ha contattato un suo amico che ha un atelier proprio vicino a piazza della Repubblica, nei pressi di uno dei teatri degli attentati. “Fortunatamente stava bene – racconta Ceccoli – ma il messaggio importante che il mio amico mi ha dato è che lui e tutti gli altri parigini non intendono arrendersi. Non vogliono cedere alla paura, ma continuare la loro vita”.

Questo il coraggio dei cittadini francesi, che insistono su due punti: <Non vogliono uno Stato di polizia. Combattere il terrorismo sì, ma senza rinunciare alla propria libertà. E soprattutto, come spesso accade in questi casi, non vogliono strumentalizzazioni da parte della politica, di nessun schieramento. Voglio andare avanti. Perché cedere alla paura significherebbe darla vinta ai terroristi>.

La Parigi dove Ceccoli ha vissuto era ancora lontana dai rischi che corre oggi. Certo, i problemi legati alle Banlieue c’erano già, “ma non sono di matrice religiosa, bensì sociale. E non possiamo neanche dire che il terrorismo sia dovuti agli ultimi arrivi di migranti. Infatti, chi ha imbracciato le armi sono giovani di seconda o terza generazione, nati e cresciuti in Francia come in Inghilterra, che restano vittime del proselitismo fondamentalista fatto attraverso internet. Quando si è giovani si è preda dei fanatismi, e se questi sono religiosi è ancora peggio”.

L’ultimo messaggio dell’amico parigino è inquietante: “Si aspettano altri attacchi, in Francia come nel resto dell’Europa”.

Tag:

Leggi anche:

  • Andrea Piccolo vince la 41° Piccola Tre Valli Varesine

    Sono stati 129 i ragazzi categoria Allievi che hanno partecipato alla 41° edizione della Piccola Tre Valli Varesine, tradizionale gara valevole come 2° prova del Giro della Provincia e 3° Trofeo Veneto Banca. A tagliare per primo il traguardo, dopo 60 chilometri di gara, Andrea Piccolo del
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo