“I parigini non hanno paura. E non rinunceranno a vivere la loro vita in libertà”

Alessandro Ceccoli ha vissuto 19 anni a Parigi. La notte degli attentati è rimasto in contatto con un amico che vive a Parigi

15 novembre 2015
Guarda anche: EuropaVarese Città
Ceccoli

“Vogliono continuare a vivere la loro vita in libertà I parigini non si faranno intimorire”.

Alessandro Ceccoli, imprenditore e fondatore del Comitato Varese2.0, ha vissuto per 19 anni a Parigi, dove rivestiva il ruolo di direttore generale di un’azienda tessile da 1.500 dipendenti. Ma anche a distanza di anni tiene ancora rapporti con numerosi amici nella capitale francese. Nella tarda serata di venerdì, preoccupato, ha contattato un suo amico che ha un atelier proprio vicino a piazza della Repubblica, nei pressi di uno dei teatri degli attentati. “Fortunatamente stava bene – racconta Ceccoli – ma il messaggio importante che il mio amico mi ha dato è che lui e tutti gli altri parigini non intendono arrendersi. Non vogliono cedere alla paura, ma continuare la loro vita”.

Questo il coraggio dei cittadini francesi, che insistono su due punti: <Non vogliono uno Stato di polizia. Combattere il terrorismo sì, ma senza rinunciare alla propria libertà. E soprattutto, come spesso accade in questi casi, non vogliono strumentalizzazioni da parte della politica, di nessun schieramento. Voglio andare avanti. Perché cedere alla paura significherebbe darla vinta ai terroristi>.

La Parigi dove Ceccoli ha vissuto era ancora lontana dai rischi che corre oggi. Certo, i problemi legati alle Banlieue c’erano già, “ma non sono di matrice religiosa, bensì sociale. E non possiamo neanche dire che il terrorismo sia dovuti agli ultimi arrivi di migranti. Infatti, chi ha imbracciato le armi sono giovani di seconda o terza generazione, nati e cresciuti in Francia come in Inghilterra, che restano vittime del proselitismo fondamentalista fatto attraverso internet. Quando si è giovani si è preda dei fanatismi, e se questi sono religiosi è ancora peggio”.

L’ultimo messaggio dell’amico parigino è inquietante: “Si aspettano altri attacchi, in Francia come nel resto dell’Europa”.

Tag:

Leggi anche:

  • 2° gran fondo Tre Valli Varesine e 97° Tre Valli Varesine: due grandi eventi internazionali a Varese

    Presentati questa mattina in Camera di Commercio di Varese i prossimi eventi internazionali della Società Ciclistica Alfredo Binda: la 2° Gran Fondo Tre Valli Varesine che si terrà sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre e la 97° Tre Valli Varesine in programma martedì 3 ottobre con
  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La