Gallarate: Guenzani chiude con “Mettiamo la freccia”

Venerdì l'ultimo evento di campagna elettorale del sindaco uscente

15 giugno 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016GallaratePolitica
Guenzani

Venerdì 17 giugno “Mettiamo la freccia”,  la freccia del sorpasso di Edoardo Guenzani al ballottaggio di domenica 19 giugno: sarà questo l’evento conclusivo della campagna elettorale del sindaco di Gallarate.

 

In piazza Libertà, a partire dalle ore 20.30, si terrà il concerto live di Jama Trio, band lombarda con radici folk blues, che vira verso il rock arricchito dall’uso di fiati che ampliano la potenzialità del suono.

Un evento che mette insieme voglia di incontrarsi, confronto, cultura, divertimento. Con un’attenzione anche ai più piccoli che troveranno animazione a loro dedicata.

Per mostrare, anche in questa occasione nella concretezza, la città che vogliamo continuare a costruire.

Una città che non è fatta di grigio cemento e di aziende partecipate in cui moltiplicare spese e posti dei consigli di amministrazione.

Ma una città sostenibile e solidale, che evita il consumo di suolo e promuove la mobilità dolce, che dà dignità ai propri cittadini attraverso i diritti (e rigetta l’idea del “ti faccio un favore”), una città partecipata, che costruisce sempre più luoghi di incontro. Una città che dà valore alla legalità, al contrasto alle mafie, alla trasparenza.

Una città dove si possa proseguire ad amministrare la Cosa Pubblica per il benessere di tutti e non per gli affari di pochi.

Una città che dà risposte alla domanda di maggiore sicurezza non arrendendosi agli egoismi, alle paure e alle risposte identitarie e autoritarie, ma realizzando insieme una società più coesa, che ci farà sentire bene e davvero a casa nostra.
Una città dove la cultura non è un accessorio, ma elemento fondamentale del benessere. Una città con una vera biblioteca, capace di diventare non semplice luogo di consultazione ma luogo di produzione culturale.

Una città che risponde all’invecchiamento della popolazione, sostenendo le persone anziane, coinvolgendole con iniziative per favorire l’autonomia e quindi la permanenza nella propria casa, non risolvendo tutto moltiplicando le case di riposo.

Una città che non ha paura dei giovani, del loro entusiasmo, del loro desiderio di essere protagonisti attivi, che non li vuole controllare come se ogni giovane fosse per definizione un delinquente, ma che sa dare loro fiducia nella consapevolezza che sono il nostro futuro.

Coalizione a sostegno di Edoardo Guenzani

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare