Forza Nuova lancia il progetto De.C.O per Cadegliano e Cremenaga

Impegno dei due candidati sindaco nei paesi dell'Alto Varesotto

25 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016Luinese
patto forza nuova federico russo

La tutela delle peculiarità locali per il movimento politico Forza Nuova ha sempre rappresentato un vero e proprio cavallo di battaglia; anche in occasione delle imminenti consultazioni le diverse formazioni forzanoviste candidate hanno orientato la loro offerta politica in tale direzione.

In Provincia di Varese a Cremenaga e Cadegliano Viconago, i rispettivi candidati sindaci Federico Russo e Antonella Bottarelli, espressione del Movimento, hanno appositamente incluso nei propri programmi l’impegno concreto ad ottenere la certificazione di Denominazione Comunale di Origine dell’associazione Lega della Terra.

Russo, responsabile provinciale nonché candidato sindaco a Cremenaga, afferma: “Grazie al proficuo e duraturo rapporto di collaborazione del nostro movimento con l’associazione Lega della Terra siamo stati ben lieti di inserire nei nostri programmi l’impegno all’ottenimento di tale importante certificazione. Il De.C.O  è un regolamento orientato alla tutela delle peculiarità locali, frutto del lavoro di noti docenti agrari ed esperti del settore; è unico rispetto a diversi regolamenti, apparentemente similari, in quanto riguarda tutti i prodotti locali (agricoli e non) e  tutte le tradizioni locali”.

L’aspirante primo cittadino del comune di confine aggiunge poi: “L’iter di approvazione è semplice e ben definito: il consiglio comunale approva un regolamento quadro, vengono identificati tutti i prodotti locali, agricoli e non, e le tradizioni che possono fregiarsi del marchio De.C.O; tutti i soggetti economici che vogliono usare le Denominazioni Comunali devono obbligatoriamente figurare in un apposito registro e devono rispettare in toto le disposizioni disciplinari. I controlli sulle certificazioni vengono effettuati da specifiche figure comunali; il De.C.O non grava in nessun modo sul bilancio comunale in quanto la commissione assegnatrice della De.C.O è composta da membri di ciascun settore economico che svolgono i propri incarichi senza percepire gettoni di presenza; De.C.O non vuole sostituire gli attuali consorzi ma esaltare e tutelare tutte le tipicità territoriali.

Nei comuni ove e’ stato adottato ha contribuito a: recuperare i terreni incolti, rilanciare l’occupazione, incrementare le entrate comunali (es: addizionale comunale), aumentare sia il valore mobiliare del comune da mettere a bilancio che il valore aggiunto al prodotto, agricolo e non, grazie all’esaltazione di appartenenza ad uno specifico territorio, percepire forme di finanziamento ministeriali, della Comunità Europea, di enti privati. Mentre il sistema economico cerca in tutti i modi di stravolgere le nostre abitudini, mentre gli enti governativi dimenticano i comuni periferici e le relative attività noi puntiamo sul nostro territorio, sulle nostre tradizioni, sulle nostre peculiarità”.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti