L’Isis attacca l’Europa. Granate e sparatorie a Parigi, oltre 150 morti

Una serie di attentati, rivendicati dallo Stato islamico, ha colpito la capitale francese. Hollande dichiara lo stato d'emergenza e chiude le frontiere

14 novembre 2015
Guarda anche: Europa
Attentati Francia

Una serie di attentati, studiati “scientificamente” ed attuati simultaneamente. La furia dell’integralismo islamico si è abbattuta su Parigi la sera di venerdì 13 novembre.

L’attentato più sanguinoso è stato al Bataclan, sala per concerti nell’XI arrondissement, dove sono rimaste uccise 118 persone. Si stava svolgendo un concerto gruppo americano Eagles of Death Metal.

Gli spettatori erano 1.500, gli attentatori hanno dato l’assalto, iniziando a sparare e a uccidere le vittime. Quindi hanno sequestrato gli altri come ostaggio, fino al blitz delle teste di cuoio francesi. Allo Stade de France, dove era in corso l’amichevole Francia-Germania, sono esplose delle granate.

E una serie di altri attentati, con sparatorie, hanno avuto luogo con kalashnikov in un ristorante e in un bar del X arrondissement. E in una serie di altre strade della capitale francese. I morti al momento sembrano ammontare ad oltre 150. Il presidente François Hollande ha annunciato lo stato d’emergenza, il ripristino dei controlli alle frontiere, e la mobilitazione di 1.500 militari a Parigi.

L’ISIS RIVENDICA GLI ATTENTATI

Nello Stade de France, secondo quanto riferiscono i testimoni, gli attentatori gridavano in arabo “Allah è grande”. E i membri dell’Isis hanno rivendicato via Twitter, con l’hashtag in lingua araba “Parigi in fiamme”, gli attentati.

“Ricordate, ricordate il 14 novembre. Non dimenticheranno questo giorno, come gli americani l’11 settembre. La Francia manda i suoi aerei ogni giorno in Siria, bombardando bambini e anziani, oggi beve dallo stesso calice”, ha affermato il canale Dabiq France, secondo quanto ha scritto su Twitter Rita Katz, direttore di Site, che monitora i gruppi jihadisti.

Tag:

Leggi anche:

  • 2° gran fondo Tre Valli Varesine e 97° Tre Valli Varesine: due grandi eventi internazionali a Varese

    Presentati questa mattina in Camera di Commercio di Varese i prossimi eventi internazionali della Società Ciclistica Alfredo Binda: la 2° Gran Fondo Tre Valli Varesine che si terrà sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre e la 97° Tre Valli Varesine in programma martedì 3 ottobre con
  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La