Varese: Davide Galimberti lancia il Piano Regolatore Sociale

Impegno sul fronte dei servizi alla persona per il candidato di centrosinistra

01 giugno 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese
galimberti davide

Il compito di una buona amministrazione è quello di garantire per prima cosa i servizi essenziali, soprattutto a chi vive forme temporanee o permanenti di disagio. Davanti alla riduzione delle risorse dovuta anche ad una inadeguata politica di diminuzione della spesa da parte del Comune di Varese, un esempio è lo sperpero di denaro pubblico per far predisporre ad una società esterna la relazione di fine mandato del sindaco che poteva anzi doveva essere redatta dallo stesso sindaco o dagli uffici, reputo urgente pianificare al meglio i servizi alla persona (anziani, disabili, bambini, adolescenti, donne) affinché Varese venga percepita di più, e meglio, come una “Comunità inclusiva” senza innalzare barriere e, soprattutto, indifferenza nei confronti dei bisogni della gente.

Includere per me vuol dire assicurare a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro condizione di salute o economica, lo stato di equità e di pari opportunità senza introdurre regole di convivenza fondate sulla discriminazione. Per questo ho già previsto che entro la fine del 2016, previa consultazione e condivisione di tutti coloro che si occupano delle persone, approveremo il primo Piano Regolatore Sociale di Varese ovvero lo strumento strategico generale del sociale e della persona che definisce le strategie e l’organizzazione necessarie per rispondere al bisogno di benessere dei cittadini, sulla base della vision sociale inclusiva che si vuole dare alla città. È la programmazione che collega finalità generali, gli obiettivi specifici, risorse e metodologia per organizzare un nuovo modo di vivere nel comune, a misura delle attese di ciascun cittadino. Lo strumento contiene le analisi demografiche, i bisogni, i progetti e i servizi alla persona e alla famiglia attuati e da attuare nel comune con lo scopo di promuovere e sviluppare un welfare comunitario.

Il Piano dovrà essere fondato sui seguenti principi: far diventare gli interventi sociali un’area di diritti esigibili; considerare prioritaria l’integrazione con le politiche sanitarie, formative, dell’occupazione e dell’abitare; assicurare i livelli essenziali delle prestazioni sociali in tutto il territorio cittadino; ridurre le difficoltà e le diseguaglianze nell’accesso ai servizi; ampliare la platea dei beneficiari degli interventi sociali; ampliamento dei servizi domiciliari a sostegno delle persone in difficoltà con l’estensione dei centri diurni per la terza età nonché l’ampliamento dei tavoli di comunità.

Sarà necessaria la sinergia tra Comune e mondo del volontariato, una vera ricchezza di Varese. Solo insieme è possibile potenziare i servizi e ridurre i disagi e le fragilità. Il nostro impegno è quindi di “disegnare nuovi progetti per le persone” mettendo in rete le varie realtà che operano nel settore, perché le tante esperienze e sensibilità che già lavorano possano essere interconnesse, valorizzate, stimolate e facilitate. Tutto ciò per incrementare il benessere del singolo e dell’intera città, per rendere ciascuna persona parte attiva all’interno della società. E’ quindi necessario l’ausilio di tutti perché riesca a costituirsi una nuova comunità capace di coinvolgimento, aiuto reciproco e di co-responsabilità.

Tag:

Leggi anche:

  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.
  • Parte da Saronno la 97° edizione delle Tre Valli Varesine

    Prenderà il via dal centro di Saronno, martedì 3 ottobre p.v. la 97° edizione della a Tre Valli Varesine: la corsa in linea maschile di ciclismo su strada del calendario UCI EUROPE TOUR che insieme alla Coppa Agostoni e alla Coppa Bernocchi compone il Trittico Regione Lombardia. Sulla scorta