Maroni si candida alle comunali. Forza Italia divisa

Gli azzurri non sono tutti d'accordo nella scelta del governatore della Lombardia di presentarsi alle elezioni come capolista della Lega Nord

19 aprile 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016Varese Città
FB_IMG_1460975070680

Maroni candidato capolista della Lega Nord. La notizia non entusiasma tutti all’interno di Forza Italia, anche questa volta principale alleato del Carroccio. Piero Galparoli, duro e puro del forzismo, e berlusconiano di ferro, non apprezza determinati “escamotage”.

“È un’opinione personale, per carità – ha detto Galparoli – ma che qualcuno si candidi al consiglio comunale, ben sapendo che in ogni caso si dimetterà e non farà il consigliere comunale, non lo trovo corretto. Mi riferisco anche alla candidatura di Maroni”.

Di diverso avviso il segretario cittadino Roberto Leonardi. 

“Credo che la possibilità di una candidatura di Roberto Maroni sia proprio una bella notizia! Io potrei chiederlo a Lara Comi o Luca Marsico perché in realtà la lista di Forza Italia ha 32 capolista, ma la loro presenza sarebbe una ulteriore  prova della compattezza di una squadra, un loro gesto d’amore per la città e per tutti i militanti del territorio che li hanno sempre sostenuti con la passione e l’entusiasmo che caratterizza Forza Italia”.

Tag:

Leggi anche:

  • Violi (M5S) “Maroni. Reato grave, danno ai lombardi”

    “È assurdo che Maroni si dica deluso dopo la condanna in primo grado a un anno per aver fatto ottenere un contratto a una sua collaboratrice in una società controllata dalla Regione Lombardia. A essere delusi e danneggiati sono i lombardi. Le pressioni per le assunzioni nelle società
  • Processo Maroni, condannato ad un anno di carcere

     L’esponente leghista, già segretario federale, è stato condannato a un anno e a 450 euro di multa. L’ex ministro è stato condannato per un solo capo di imputazione con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Maroni è risultato colpevole del reato di turbata libertà del
  • La Lombardia nelle mani di Attilio Fontana

    Attilio Fontana diventa così ufficialmente il nuovo governatore, ricevendo dalle mani di Roberto Maroni, governatore uscente, le cariche per prendere in mano la totale gestione della Lombardia. Dopo la vittoria alle passate elezioni regionali, Attilio Fontana fa ufficialmente oggi il suo ingresso
  • Attilio Fontana presidente della Regione

    Dalle 17 di ieri Attilio Fontana è ufficialmente il nuovo presidente della Regione Lombardia: tale lo ha proclamato, a quell’ora, la Corte d’Appello di Milano. Stamattina a Palazzo Lombardia ci sarà il passaggio di consegne, alle 11:00 presso la Sala Biagi di Palazzo Lombardia,  tra