Galimberti: “Sarò un sindaco a tempo pieno e h24”

Il candidato sindaco del centrosinistra attacca il rivale di centrodestra sul tempo da dedicare alla carica di sindaco

03 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese
galimberti

“Io sarò un sindaco h24 perché per recuperare i ritardi e le occasioni mancate negli anni passati servirà passione, dedizione e soprattutto grande impegno di tempo ed energie. Quando ho deciso di candidarmi sapevo che l’impegno per la mia città sarebbe dovuto essere totale e non avrei fatto questa scelta se non convinto di potermi dedicare al 100% per la città che amo”.

E’ questo il commento di Davide Galimberti, candidato sindaco a Varese, in merito alle dichiarazioni, riprese dalla stampa, dove il candidato Orrigoni annuncia che, nel caso fosse eletto, non farebbe il sindaco a tempo pieno per Varese. “Varese non può avere un sindaco a mezzo servizio ovvero mezzo sindaco. La nostra città ha la necessità urgente di ripartire in tanti settori: dal lavoro e dalle imprese, dalla mobilità, dal turismo e dai nostri quartieri. Se vuole farlo la prossima amministrazione dovrà lavorare sodo per farci uscire da una lunga stagione di annunci e pochi fatti”.

Galimberti prosegue: “In merito alle mia proposta che lo stipendio del prossimo Sindaco sarà deciso direttamente dai cittadini ci tengo a precisare che la consultazione che ho in mente sarà on line e totalmente gratuita per le casse del Comune. La valutazione annuale dell’operato del sindaco ci deve essere, i cittadini hanno il diritto di misurare annualmente l’operato del loro sindaco. Prima di fare propaganda gli esponenti di Forza Italia dovrebbe prima capire e comprendere meglio quello che ho detto. A differenza dell’amministrazione attuale noi faremo risparmiare i varesini e ci faremo compensare per quello che veramente faremo. Ma capisco che la mia idea spaventi perché i varesini potrebbero legittimamente applicare lo stesso metodo retroattivamente e quindi chiedere indietro tutti gli stipendi di questi 10 anni per tutte le promesse non mantenute dall’attuale amministrazione”.

Tag:

Leggi anche:

  • La Sport Management pronta a gestire direttamente la sezione nuoto

    È pronta a nuotare da sola la Sport Management che al termine dell’attuale stagione agonistica chiuderà il progetto comune con il Team Nuoto Lombardia, per intraprendere un nuovo capitolo dell’avventura aziendale che vedrà la società del presidente Sergio Tosi sempre più protagonista
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management si mette in mostra anche in nazionale

    Si toglie una bella soddisfazione il mastino della BPM Sport Management Stefano Luongo che vince la Coppa del Brasile. L’atleta, infatti, è in questi giorni in Sud America e recentemente ha issato al cielo, con il Botafogo, il trofeo più prestigioso della pallanuoto carioca, con Luongo che si
  • Presentazione della quinta edizione della gara podistica “Tra Ville e Giardini”

    Conferenza stampa Domani, mercoledì 14 giugno 2017, alle ore 12 in Sala Matrimoni del Comune di Varese Intervengono: Dino De Simone, assessore allo Sport del Comune di Varese Rinaldo Francesca, presidente Runner Varese Daniele Donati, presidente di Tincontro, associazione di volontariato ONLUS
  • Pokerissimo Italia al Liechtenstein, ma per la vetta non basta

    Tutto sommato è stato un bel 5 a 0 quello rifilato ieri sera dall’Italia del ct Ventura al Liechtenstein, ma a causa della differenza reti la nazionale azzurra continua a sostare in seconda posizione nella classifica del girone G. Davanti non può che esserci la Spagna, squadra che