Galimberti incontra i commercianti del centro storico di Varese

Illustrate le proposte contenute nel programma per il rilancio di un settore fondamentale per la città

17 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese Città
galimberti

“Il rilancio della città parte anche dalla ripresa di un settore trainante dell’economia varesina come il commercio dicendo chiaramente basta all’apertura di nuove grandi strutture di vendita che minano la sopravvivenza del commercio di vicinato. Gli esercizi della città, oltre a rappresentare un settore trainante dell’economia varesina, rappresentano un presidio costante del territorio in grado di garantire, tra l’altro, maggior sicurezza”. Queste alcune delle considerazione emerse oggi nell’incontro con alcuni commercianti del centro storico della città e Davide Galimberti, il candidato sindaco a Varese che ha inoltre illustrato alcuni interventi contenuti nel suo programma per il rilancio del commercio e quindi della città.

 

In particolare Galimberti ha indicato che dal 1 luglio 2016 si provvederà all’abolizione del pagamento delle soste nella pausa pranzo e dalle ore 20 in poi, e l’introduzione dei primi trenta minuti con disco orario per favorire le commissioni veloci nel centro cittadino. Dal 1 gennaio 2017 inoltre verrà introdotta la tariffazione puntuale dei rifiuti ovvero il pagamento della tariffa sui rifiuti in base a quanto effettivamente prodotto in forza del principio comunitario: “chi inquina paga”, con evidenti riduzioni dei costi per cittadini ed imprese, e soprattutto un incremento della raccolta differenziata. Andrà poi data una decisa accelerazione alla realizzazione dei parcheggi di via Sempione e via B.Luini. E’ poi necessario un vero sostegno al commercio in crisi e azioni di contrasto alla “desertificazione” delle attività commerciali attraverso l’introduzione di un processo simile a quello che è utilizzato per i “contratti a canone concordato” per i commerciati in difficoltà e agevolazioni sulle imposte locali per i proprietari di immobili commerciali che affittano a prezzi agevolati e non lasciano sfitto l’immobile per più di un certo periodo di tempo non solo nel centro cittadino, ma anche nei quartieri.

 

Galimberti poi ha insistito sulla connessione che esiste tra le tematiche legate al commercio e il degrado ed la sicurezza. “Per questo penso che sia importante aumentare la presenza dei vigili in strada e introdurre entro l’estate del 2017 i Vigili di Quartiere, potenziare il servizio di antiabusivismo commerciale, aumentare il numero di telecamere di sicurezza sul territorio ed in tutti i quartieri e la costituzione di una Task force contro il degrado per la soluzione di problematiche rapide da risolvere come l’abbandono di rifiuti e gli episodi di inciviltà. Si deve poi approvare entro il 31 dicembre 2016 un piano per il rilancio turistico della città per far entrare Varese tra le prime dieci città turistiche del Paese”.

Tag:

Leggi anche:

  • Galimberti contro il contratto Lega/M5S

    Sabato 20 maggio alle 17.30 il sindaco di Varese, Davide Galimberti, è andato al gazebo della Lega per partecipare alla consultazione sul programma di governo di Lega e M5s. La scelta controcorrente è spiegata così dal sindaco Galimberti: “Le consultazioni con gli elettori al gazebo è dal
  • Fontana e Galimberti insieme su politiche sociali abitative e sport

    Condividere soluzioni comuni su tutta una serie di temi particolarmente importanti per l’amministrazione comunale di Varese. Questo l’obiettivo dell’incontro che si è svolto oggi a Palazzo Lombardia fra il presidente della Regione e il sindaco, Davide Galimberti. I TRE ACCORDI
  • Un Weekend spirituale e diplomatico per la giunta di Varese

    Sabato 12 maggio 2018, il sindaco Davide Galimberti e l’assessore Roberto Molinari saranno presenti al convegno: “Il lascito spirituale e culturale del Cardinale Attilio Nicora – Il pastore e il diplomatico” che si svolgerà a partire dalle ore 9.00 nel Salone Estense del Comune di
  • Viale Ippodromo, il pensiero di Galimberti alle famiglie

    “Gentile signora Schena, le sue parole mi toccano profondamente come uomo prima ancora che come sindaco. Prima di tutto il mio pensiero è andato alle bambine coinvolte nell’incidente e ai loro genitori appena ho saputo stamattina di un fatto così grave. Posso solo immaginare la