Galimberti a Capolago: “Attenzione alle piccole cose”

Il candidato sindaco del centrosinistra inizia un nuovo giro nei rioni

18 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese
galimberti

Dopo la “raccolta delle idee”, stimolata dal confronto quotidiano con residenti, esercenti e membri delle associazioni attraverso un tour de force in tutti i rioni cittadini, per Davide Galimberti inizia la fase conclusiva della campagna elettorale: il ritorno negli stessi rioni per spiegare il programma, arricchito degli spunti colti, appunto, nel precedente tour.

Martedì sera, al circolo di Capolago, la prima tappa: una settantina le persone presenti, in un ambiente fresco e brillante che ha recentemente inaugurato la nuova gestione e si propone di essere il vero centro del quartiere.

“Strade, marciapiedi, fognature: nello stanziamento straordinario per i rioni che prevederò ci sarà particolare risalto proprio per le opere di piccola manutenzione” esordisce l’aspirante primo cittadino, affiancato da Alessandro Pepe e Rossella Dimaggio, i due candidati rionali nella lista del Partito democratico.

Dopo aver delineato per sommi capi il proprio programma, che prevede come primo atto la definitiva revoca del parcheggio alla Prima Cappella definito “uno scempio” e prosegue poi con particolare attenzione al sociale, alla mobilità (“Varese deve avere un collegamento diretto con Malpensa”) e alla riqualificazione delle aree dismesse (“Pensate al Chilometro Rosso realizzato da Bergamo a fianco dell’autostrada A4”), Galimberti ha fatto intervenire proprio Pepe, giovane componente della banda di Capolago da lui definita “un vero patrimonio da tutelare”, e Dimaggio, maestra alla scuola Baracca che ha posto l’accento “sui bandi nazionali ed europei non sfruttati dall’attuale amministrazione per ristrutturare gli edifici scolastici”.

Nel complesso è emerso il ritratto di un rione, anzi di un “paese” come lo chiamano in molti, decisamente vivo, grazie al contributo proprio del circolo, della banda, della scuola, della parrocchia e del gruppo Alpini: un borgo “caratterizzato anche da corridoi verdi spettacolari e per questo da tutelare sino in fondo, evitando nuovi disastri come l’albergo realizzato in via Tasso per il quale non sono nemmeno state concluse le opere di compensazione” rimarca Daniele Zanzi, capolista della civica Varese 2.0, intervenuto in chiusura poco prima di Monica Morotti della lista Galimberti Sindaco.

Il tour proseguirà mercoledì sera, alle ore 21, alla pizzeria Giardino della Brunella, quindi giovedì alla stessa ora alla Locanda di Bacco a Bregazzana e venerdì alla sala polivalente di via Saffi per Avigno e Velate.

Tag:

Leggi anche:

  • 24 luglio 1923: la Juventus si apre all’era di casa Agnelli

    Fu fondata nel 1897 a Torino da un semplice gruppo di studenti liceali locali, appassionati di calcio, che pensarono a questa società come un semplice polisportiva. La squadra composta allora da un gruppo di ragazzi del liceo classico della città fece strada arrivando al suo primo campionato
  • Arcieri di Varese, per i 40 anni una festa sociale a Calcinate degli Orrigoni

    Era il 19 luglio del 1977 quando la società, affiliata alla Federazione Italiana Tiro Con l’Arco, apriva per la prima volta le porte ai giovani. La compagnia Arcieri di Varese, festeggia il suo 40esimo anno di età, 40esimo anno di promozione sportiva e sociale nel territorio, 40esimo anno di
  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.