Emanuele Monti: “Cinque buoni motivi per non votare Galimberti”

Il consigliere regionale leghista attacca duramente il candidato sindaco

14 giugno 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese
monti emanuele

“Domenica i cittadini di Varese sanno chiamati a scegliere il loro nuovo sindaco ed è importante che la gente sappia bene a cosa va incontro e come Galimberti ridurrà la nostra città nella malaugurata ipotesi di una sua vittoria.” Così il consigliere regionale della Lega Nord al Pirellone, Emanuele Monti, circa il ballottaggio nel Comune di Varese.

“In primo luogo – spiega Monti – se Galimberti diventasse sindaco, per prima cosa costruirebbe una grande moschea, lisciando così il pelo ai suoi amici musulmani, seguendo un modello che a quelli del Partito democratico piace davvero molto: dare a queste persone la libertà di dire e fare tutto quello che passa loro per la testa, mettendosi proni di fronte a qualsiasi assurda richiesta.

Seconda cosa, e qui siamo davvero oltre i limiti dell’assurdo, il candidato del centrosinistra ha già dichiarato che metterà i clandestini ospitati dalle cooperative, che lucrano sul business dell’accoglienza, a fare i ‘controlli di sicurezza’ nei quartieri; la proposta è di per sé folle, e sarebbe ridicola se non rappresentasse una minaccia seria, ma ha il merito di rendere evidente la concezione svilente e distorta di pubblica sicurezza di certi politici nostrani.

Sarà inoltre servo di Renzi – prosegue l’esponente leghista – prendendo ordini direttamente da chi sta svuotando e impoverendo i Comuni per dare sempre più potere a uno Stato centrale assente, ladro e vessatorio nei confronti dei cittadini. Senza contare poi la capacità, forse appresa dal capo del suo stesso partito, di sparare balle di proporzioni colossali, vedasi le sue dichiarazioni sul rendere il lago di Varese balneabile.

Da ultimo, ma certamente non per importanza, Galimberti ha scelto di condurre una campagna elettorale critica a prescindere, palesando la volontà di alzare a tutti i costi i toni, ma evitando accuratamente di proporre anche una sola cosa concreta e realizzabile per il futuro di Varese.

Siamo fiduciosi che i nostri cittadini sapranno scegliere Orrigoni per la guida della Città, anche perché in caso contrario – conclude Monti – si andrebbe a spazzare via tutto il buon lavoro svolto dell’amministrazione Fontana in questi anni.”

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il