Varese: affissioni abusive in serie della Lega Nord

La lista a sostegno di Orrigoni vince la guerra dei manifesti imbrattando pensiline degli autobus e bidoni per la raccolta abiti

26 maggio 2016
Guarda anche: Elezioni comunali 2016PoliticaVarese Città
manifestiabusivi

 

Se mai c’è stata una “guerra dei manifesti” a Varese, la Lega Nord l’ha vinta nettamente.

Già nei giorni scorsi, diverse liste, in particolare quelle di centrosinistra, avevano segnalato la copertura dei propri spazi da parte dei manifesti leghisti: nelle ultime ore, però, alcuni militanti del Carroccio hanno voluto davvero esagerare, come si nota da queste foto che circolano su diversi profili Facebook.

Siamo alle Bustecche, in via Osoppo: qui la Lega non solo si è presa l’intera “tabellonata” (ricordiamo come il Comune assegni a ciascuna lista un numero limitato di spazi per i vari tabelloni posti in prossimità dei seggi), ma ha persino invaso la pensilina degli autobus della linea C e un bidone per la raccolta degli abiti da destinare ai meno abbienti. Insomma, un vero “trionfo” su tutta la linea.

Nei giorni scorsi, inoltre, altre segnalazioni erano giunte circo lo spazio di via Brunico a Belforte, dove diversi manifesti del candidato sindaco Davide Galimberti sono stati strappati e gettati nel giardino dell’asilo Collodi.

Come già accaduto nelle scorse settimane, dovranno essere i dipendenti del Comune a ristabilire l’ordine coprendo con manifesti bianchi le numerosissime affissioni abusive sui tabelloni: già nel tardo pomeriggio di giovedì, le maestranze erano all’opera per rimediare a questa palese violazione dei regolamenti.

 

tabellone

 

Tag:

Leggi anche: