Scandalo sanità, le accuse a Rizzi: “Potere politico per accumulare denaro”

Motivazioni molto pesanti hanno fatto scattare le manette verso il consigliere leghista e gli altri indagati

16 febbraio 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
rizzi fabio

Sono accuse estremamente pesanti quelle che il gip di Monza Giovanna Corbetta utilizza per motivare l’arresto di Fabio Rizzi e di altre venti persone nell’ambito dell’inchiesta sulla sanità lombarda.

“Hanno fatto del potere politico lo strumento per accumulare ricchezze, non esitando a strumentalizzare le idee del partito che rappresentano, a intimidire facendo valere la loro posizione, chi appare recalcitrante alle loro pretese” scrive il giudice. L’imprenditrice Maria Chiara Canegrati era il vero fulcro del sistema, che portava all’acquisto di materiale odontoiatrico scadente, tramite appalti truccati, in modo da garantire ampi margini di guadagno ai produttori; oltretutto, i cittadini erano così invogliati a rivolgersi a prestazioni sanitarie private, per questo il magistrato parla di “mortificazione della salute pubblica”. A completare il quadro, un’intercettazione telefonica rivela come la Canegrati abbia interamente finanziato l’ultima campagna elettorale di Rizzi. Uno degli appalti truccati ha riguardato anche la Casa della Salute di Borsano di Busto Arsizio, in cui l’area odontoiatrica fu salutata, all’inaugurazione dello scorso novembre, come “la prima attuazione della riforma sanitaria lombarda” di cui Rizzi, finito in manette insieme alla moglie e al capo del suo staff, fu l’ideatore.

Tra gli arrestati, inoltre, figura anche il nome di Donato Castiglioni, storico “pretoriano” di Rizzi all’interno della Lega Nord varesina e già candidato sindaco di Carnago per il medesimo partito nel 2009, quando venne sconfitto dall’attuale primo cittadino Maurizio Andreoli Andreoni.

Tag:

Leggi anche:

  • La Pallanuoto Banco BPM Sport Management sfida il CN Marsiglia

    È tutto pronto per la partita d’andata della semifinale di Len Euro Cup che domani alle ore 20.00 vedrà la Pallanuoto Banco BPM Sport Management ospite nella vasca dei francesi del CN Marsiglia. Non sarà una sfida facile per il sette di mister Marco Baldineti che andrà ad affrontare la
  • Due italiani sul podio della Coppa del Mondo di parapendio

    Il pilota Nicola Donini si è classificato secondo alla finale mondiale disputata a Roldanillo in Colombia e vinta dallo svizzero Michael Siegel. Il successo italiano è consolidato dal terzo posto di Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano). Eccellenti le prestazioni di Donini, ventiduenne di
  • Il Canottaggio mondiale ritorna a Varese con la Coppa del Mondo 2020

    Il Direttore Esecutivo della FISA Matt Smith ha informato il Presidente Federale Giuseppe Abbagnale che il Consiglio FISA, la Federazione Internazionale del canottaggio, riunitosi a Londra lo scorso week-end, ha assegnato a Varese la 2^ Coppa del Mondo in programma dal 1° al 3 Maggio 2020. Sempre
  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management in trasferta contro la Rari Nantes Savona

    Tornerà in acqua sabato 20 gennaio alle ore 18.00 la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che chiuderà il girone d’andata del campionato di serie A1 maschile con la sfida sul campo della Rari Nantes Savona. Una partita da prendere con le dovute cautele, perché dall’altra parte la formazione