Scandalo sanità, le accuse a Rizzi: “Potere politico per accumulare denaro”

Motivazioni molto pesanti hanno fatto scattare le manette verso il consigliere leghista e gli altri indagati

16 febbraio 2016
Guarda anche: LombardiaPolitica
rizzi fabio

Sono accuse estremamente pesanti quelle che il gip di Monza Giovanna Corbetta utilizza per motivare l’arresto di Fabio Rizzi e di altre venti persone nell’ambito dell’inchiesta sulla sanità lombarda.

“Hanno fatto del potere politico lo strumento per accumulare ricchezze, non esitando a strumentalizzare le idee del partito che rappresentano, a intimidire facendo valere la loro posizione, chi appare recalcitrante alle loro pretese” scrive il giudice. L’imprenditrice Maria Chiara Canegrati era il vero fulcro del sistema, che portava all’acquisto di materiale odontoiatrico scadente, tramite appalti truccati, in modo da garantire ampi margini di guadagno ai produttori; oltretutto, i cittadini erano così invogliati a rivolgersi a prestazioni sanitarie private, per questo il magistrato parla di “mortificazione della salute pubblica”. A completare il quadro, un’intercettazione telefonica rivela come la Canegrati abbia interamente finanziato l’ultima campagna elettorale di Rizzi. Uno degli appalti truccati ha riguardato anche la Casa della Salute di Borsano di Busto Arsizio, in cui l’area odontoiatrica fu salutata, all’inaugurazione dello scorso novembre, come “la prima attuazione della riforma sanitaria lombarda” di cui Rizzi, finito in manette insieme alla moglie e al capo del suo staff, fu l’ideatore.

Tra gli arrestati, inoltre, figura anche il nome di Donato Castiglioni, storico “pretoriano” di Rizzi all’interno della Lega Nord varesina e già candidato sindaco di Carnago per il medesimo partito nel 2009, quando venne sconfitto dall’attuale primo cittadino Maurizio Andreoli Andreoni.

Tag:

Leggi anche:

  • Andrea Piccolo vince la 41° Piccola Tre Valli Varesine

    Sono stati 129 i ragazzi categoria Allievi che hanno partecipato alla 41° edizione della Piccola Tre Valli Varesine, tradizionale gara valevole come 2° prova del Giro della Provincia e 3° Trofeo Veneto Banca. A tagliare per primo il traguardo, dopo 60 chilometri di gara, Andrea Piccolo del
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo