La Cgil varesina incontra i russi

La delegazione guidata dal segretario Colombo si è confrontata con i sindacalisti di Fnpr della regione degli Urali

10 ottobre 2015
Guarda anche: Lavoro
Cgil

Cgil

Pubblichiamo di seguito un comunicato stampa della Cgil varesina in merito all’incontro avvenuto con una delegazione del sindacato russo della regione degli Urali – Fnpr.

Il sindacato lombardo continua a tessere relazioni internazionali.
La CGIL di Varese riceve la visita di una delegazione del Sindacato russo della Regione degli Urali FNPR, che è in Lombardia per una visita conoscitiva sul tessuto industriale lombardo e per conoscere l’attività della CGIL a tutela dei lavoratori.
A Varese la CGIL ha già avuto occasione in passato di fare iniziative di livello internazionale e di accogliere ospiti da altri paesi europei ed ora extra-UE.
Per la CGIL Lombarda e per strutture territoriali come la Camera del Lavoro di Varese l’impegno nell’attività internazionale è all’ordine del giorno dell’iniziativa sindacale, e non per caso: Il tessuto produttivo di province come Varese vede una presenza importantissima di imprese multinazionali e di imprese la cui attività è proiettata all’estero. Lo scalo aeroportuale di Malpensa inoltre facilita l’internazionalizzazione.
L’internazionalizzazione della nostra economia è stata un considerevole tampone all’impatto della crisi, laddove imprese amministrazioni e territori si son fatti trovare pronti. Non è quindi un caso che anche la CGIL, il maggiore sindacato, operi su scala internazionale in Lombardia. CGIL Varese invia da anni suoi quadri e dirigenti a svolgere attività di confronto e network sindacale all’estero, partecipando a progetti e a visite di studio, perché è fondamentale per il sindacato anche a livello locale e perché la strategia della CGIL è chiara: si deve fare il sindacato europeo.
In questa occasione gli ospiti sono in visita a Varese perché all’estero riscontriamo un grande interesse verso la nostra maniera di organizzarci e presidiare il territorio, caratteristica non di tutti i sindacati.
Infatti il sistema dei servizi, la tutela individuale dei lavoratori a fianco alla tutela e alla contrattazione collettiva sono pilastri della nostra organizzazione che vengono studiati con attenzione all’estero, come buone pratiche da cui prendere esempio.
Venerdi 9 ottobre 2015, la delegazione del sindacato russo FNPR, ha incontrato dapprima Elena Lattuada,  Segretaria generale della Cgil Lombardia e successivamente,  in occasione della visita presso la camera del lavoro provinciale,  Umberto Colombo,  Segretario generale della Cgil di Varese, i componenti della Segreteria Confederale nonché i Segretari generali delle categorie del sindacato varesino che si sono confrontati con i sindacalisti russi sui temi del lavoro e della contrattazione.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti