Varese: la Cgil in piazza col pullman dei diritti

Anche nel capoluogo bosino l'iniziativa nazionale del sindacato

02 febbraio 2016
Guarda anche: LavoroVarese Città
Cgil

Giovedì 4 febbraio 2016 in Piazza Repubblica la Cgil di Varese, nell’ambito della campagna a sostegno della “Carta dei diritti
universali del lavoro” organizza un presidio con volantinaggio a partire dalle ore 15.30. Alle ore 16.15 arriverà in piazza il “pullman dei diritti” che in queste settimane attraversa il Paese per manifestare ed
esplicitare l’iniziativa della Cgil, che comprende anche la presentazione di un nuovo statuto delle lavoratrici e dei lavoratori.

Tag:

Leggi anche:

  • Cgil, Cisl e Uil: “Rivedere il sistema previdenziale”

    Tante le richieste sindacali sul tavolo, per un tema centrale per il futuro del Paese: dal secco no all’ipotesi di ricalcolo contributivo delle pensioni alla centralità della “quota 100” (60 anni di vita, 40 di contributi), passando per la proroga dell’”Opzione Donna”, il
  • Domani mattina presidio dei sindacati in Prefettura

    Cgil, Cisl e Uil ribadiscono le proprie proposte di revisione del sistema previdenziale, che si fondano su un secco no all’ipotesi di ricalcolo contributivo delle pensione in essere e sulle proposte di riconoscere il lavoro di cura familiare, di reintrodurre la gradualità nell’aumento
  • La Cgil varesina incontra i russi

    Il sindacato lombardo continua a tessere relazioni internazionali. La CGIL di Varese riceve la visita di una delegazione del Sindacato russo della Regione degli Urali FNPR, che è in Lombardia per una visita conoscitiva sul tessuto industriale lombardo e per conoscere l’attività della CGIL a
  • I sindacati: “Sui profughi si può dare una risposta di maturità sociale”

    Riteniamo che il dibattito a cui abbiamo assistito in queste ultime settimane abbia preso la via delle troppe semplificazioni e delle posizioni ideologiche strumentali. Occorre fare innanzitutto chiarezza per non cadere nella facile trappola dell’allarmismo che sta già attecchendo tra la gente e