Il credito di filiera funziona: Varese fa il bis

L’Unione degli Industriali della Provincia di Varese e Gruppo Banco Popolare rinnovano l’accordo

05 dicembre 2015
Guarda anche: Economia
tasse denaro soldi

Nell’ottobre 2014, l’Unione degli Industriali della Provincia di Varese e Gruppo Banco Popolare hanno sottoscritto un accordo per immettere nel credito di filiera una somma pari a 10 milioni di euro, una scommessa finalizzata al miglioramento della situazione creditizia di alcune aziende del territorio e alla crescita della produzione varesina. Scommessa Vinta!

I numeri di questo progetto, ad un anno dall’esordio, parlano chiaro; I primi 10 milioni di euro hanno infatti finanziato 58 imprese del territorio varesino, con un valore medio ad operazione di circa 170mila euro.
La nuova logica di finanziamento alle imprese ha ottenuto successo grazie anche all’ottima situazione creditizia di alcune grandi realtà imprenditoriali, una decina, denominate “Champions” che hanno accompagnato alcuni dei loro fornitori a godere di condizioni agevolate sulla scia di quanto a loro concesso.
A beneficiare di questo meccanismo, aziende eterogenee, fornitori, 49 piccole e medie imprese (fatturato dagli 850mila ai 4,350 milioni di euro), 5 imprese MID (fatturato tra i 6,1 e i 12,1 milioni di euro) e 4 imprese definite “piccoli operatori” (fatturato sotto i 100mila euro).

Tre le forme che queste risorse hanno assunto per i subfornitori: nel 22% dei casi fidi di natura finanziaria, nel 72% fidi di natura commerciale e i restante 6% è stato destinato a fidejussioni.
Per quest’anno, l’Unione degli Industriali e Gruppo Banco Popolare ci riprovano, rinnovando l’accordo e mettendo a disposizione delle supply chain più performanti, ulteriori 10 milioni di euro.
Si direbbe: “squadra che vince non si cambia”.
Il perno di questa nuova scommessa passa nuovamente dalle cosiddette “Champions” perché come ci ricorda il Presidente dell’Unione Industriali, Riccardo Comerio: “conviene sempre meno ragionare per settori, mentre è sempre più utile impostare politiche che rispondano più a logiche di filiera…”
Non manca inoltre il commento entusiasta del condirettore generale del Banco Popolare, Domenico De Angelis: “E’ stata una conseguenza naturale rinnovare un’intesa che permette alle imprese di ampliare i canali di accesso al credito”.
Aspettiamo un anno per sapere se anche questa scommessa sarà vinta, le fiches sono state giocate e i numeri ci sono tutti.

Mauro Delrio

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi
  • Sabato 21 gennaio a San Vittore Olona va in scena la Cinque Mulini Studentesca

    È in programma sabato 21 gennaio a San Vittore Olona l’edizione numero 22 della Cinque Mulini Studentesca. Alla corsa campestre, che anticipa di un giorno la tradizionale e prestigiosa Cinque Mulini, sono attesi più di mille studenti delle scuole dell’Alto Milanese. L’iniziativa,