“Il Comune vende il capitale milionario di A2A”

Il capogruppo del Pd Luca Conte attacca la giunta sulla decisione di vendere il capitale azionario della società

28 aprile 2016
Guarda anche: EconomiaPoliticaVarese Città
comune varese palazzo estense

“Pochi giorni or sono ci siamo allarmati, temendo che la scelta da parte del Comune di Varese di attingere per 1,4 milioni alle riserve legali di Aspem Reti nascondesse l’ennesimo bilancio raffazzonato, privo di interventi strategici a lungo termine e seri risparmi. In equilibrio solo grazie alla svendita dei tesoretti di Palazzo Estense e senza alcuno scrupolo per il futuro della città.
Ora che la Giunta Fontana inizia a fornirci i primi dati sulle proprie intenzioni di fine mandato, la situazione appare, se possibile, ancora più grave”. 

Queste le parole del capogruppo del Pd Luca Conte, che attacca la giunta sulla decisione di vendere le azioni di A2A.

“Dopo le svendite azionarie degli ultimi anni, che hanno pesantemente depauperato il patrimonio accumulato nei decenni, Lega e Forza Italia intendono colpire nuovamente e duramente le riserve del Comune. Per il 2016 è infatti prevista la vendita di ben 6.483.902 Euro di azioni A2A e 4.020.501 Euro nel 2017.

A quel punto Varese avrà definitivamente ed irrimediabilmente perso il capitale milionario frutto dell’aggregazione Aspem/A2A, ma evidentemente poco importa ad una maggioranza consapevole di essere giunta alla fine del proprio percorso e del tutto disinteressata a cosa lascerà nelle casse di Palazzo Estense”.

Tag:

Leggi anche: