Luca Conte risponde a Cosentino “Politica interna alla Lega o manifesta superficialità?”

Il capogruppo del PD Luca Conte risponde al consigliere regionale Giacomo Cosentino sul caso del marciapiede di Via Robbioni

05 giugno 2018
Guarda anche: PoliticaVarese Città

“Il consigliere regionale Giacomo Cosentino prende una clamorosa topica e, pensando di criticare il Sindaco di Varese Davide Galimberti, spara a zero sulla regione amministrata dalla sua stessa maggioranza. 

Cosentino in via Robbioni: Galimberti ha buttato 30 mila euro dimenticandosi delle periferie

Sembra incredibile, ma è proprio quanto accaduto ieri, quando alla spicciolata, sulle varie testate locali sono apparse le improvvide dichiarazioni del neoconsigliere della lista Fontana contro i presunti sprechi di Palazzo Estense, colpevole, a suo dire, di aver realizzato un nuovo marciapiede in via Robbioni, peraltro chiesto a gran voce dai proprietari degli immobili. Peccato che il superficiale consigliere del Pirellone non si sia avveduto di come tale iniziativa rientri nel progetto denominato Sto@, fortemente voluto e finanziato con ben 3.250.000 euro dalla Regione Lombardia a guida Maroni e di come ogni intervento (marciapiede incluso) sia parte di progetti di riqualificazione ampiamente visionati, discussi ed approvati dall’ente che Cosentino amministra, nonché oggetto di convenzione con esso.

Se di svista invece non dovesse trattarsi, occorre immaginare una diversa ipotesi, ovvero che uno dei consiglieri della lista che porta il nome dell’attuale Presidente, abbia volutamente inteso criticare la gestione precedente.
Così fosse non mancherebbero invero i precedenti in questo senso come, per esempio, nel delicato settore viabilità, laddove Fontana ha, fra i suoi primi atti rapidamente liquidato la via intrapresa da Maroni per il sostegno, la gestione e la miglioria delle strade provinciali lombarde. Analogamente non mi risulta che egli abbia, ad oggi, inteso proseguire nella direzione di garantire la tanto promessa gratuità della Pedemontana su cui Maroni si era giocato gran parte della propria credibilità, almeno alle nostre latitudini.
Restano le mie, me ne rendo conto, solo supposizioni. Attendiamo pertanto da Cosentino una dirimente presa di posizione che possa illuminare tutti sulla natura della sua uscita: trattasi di schermaglie politiche interne alla Lega o manifesta superficialità?”
Luca Conte
Capogruppo PD
Comune di Varese
Tag:

Leggi anche: