Come far emergere forza e bellezza nello stile. Lo spiega la consulente d’immagine Elisa Negro. FOTO

A Varese la Consulenza d'immagine è una delle nuove frontiere. A Teddy Be di Gavirate lo hanno già scoperto. ''Trascurare il nostro aspetto è davvero un peccato. Il corpo, in quanto tempio del nostro mondo interiore, merita di essere coccolato e valorizzato''

12 dicembre 2015
Guarda anche: LaghiVarese
received_10153694306867777

In un mondo sempre più veloce, connesso, e “saturo” di messaggi visivi, è sempre più difficile farsi notare. Sul lavoro o nella vita privata, occorre giocarsi una carta in più. 

E su questo fronte Varese è in prima linea. Proprio sul nostro territorio si sta diffondendo sempre di più la Consulenza d’immagine, grazie al lavoro di Elisa Negro.

Domenica 6 dicembre, Teddy Be, negozio di abbigliamento femminile sito nel centro storico di Gavirate, ha animato la propria vetrina con un evento in Consulenza d’Immagine, “Una Domenica da Fiaba”, una piacevole evasione come regalo natalizio per tutte le sue care clienti.

Incontriamo Elisa Negro, Consulente d’Immagine e Fashion Stylist, nonché membro dell’Associazione Internazionale Consulenti d’Immagine, la quale risponderà ad una serie di domande, regalandoci qualche interessante dettaglio in merito alla sua attività e al grande successo che l’evento ha riscontrato.

Elisa, cos’è precisamente la Consulenza d’Immagine e lei cosa fa per aiutare le persone?

La Consulenza d’Immagine nasce con l’obiettivo di migliorare, perfezionare e rendere unica l’immagine di una persona, valorizzandone i punti di forza e camuffandone le debolezze. Attraverso uno studio strettamente oggettivo sui colori personalizzati, le forme del viso e del corpo e un’attenta analisi dello stile, il cliente apprenderà delle strategie di bellezza riguardanti il total look che, una volta messe in pratica, gli permetteranno di affrontare il mondo con maggiore autodeterminazione e serenità. Ma lo sa che bastano soli sette secondi perché il nostro interlocutore formuli un primo giudizio su di noi? Il giudizio è, peraltro, un processo del tutto inconscio e, a seconda dei ruoli, ne siamo tutti un po’ vittime e un po’ carnefici.

Negli ultimi mesi ai suoi eventi è presente Paola Della Chiesa in qualità di Style Ambassador. In cosa consiste questa collaborazione?

Paola, in Varese soprattutto, non ha bisogno di presentazioni. È una donna molto apprezzata dalla parte attiva e dinamica della città e questo grazie al suo intenso vissuto lavorativo e alle cariche di prestigio ricoperte. Oggi, una griffe o un negozio che chiede a Paola di indossare i propri abiti non può che fare una scelta vincente, dando enorme visibilità ai prodotti e al marchio. Paola è una donna di grande fascino e stile e quando indossa un abito, non lo veste semplicemente, ma addirittura lo anima. Durante la spiegazione di un outfit, risulta molto scenografico che i presenti possano ammirare lo stesso in movimento. Un abito indossato trasmette emozioni, sicuramente più di un abito appoggiato su un manichino o, peggio, su una gruccia.
Muoversi in coppia è un modo per diversificarsi dalla concorrenza e per agganciare emotivamente i clienti.

Perché Teddy Be?

Teddy Be ha cercato noi e noi cercavamo Teddy Be. Fra Michela, titolare del negozio, Paola e me, si è instaurato fin da subito un rapporto intenso, professionale e divertente. Michela è indubbiamente la fusione eccellente ed affascinante della creatività con la passione per il fashion. È una personalità vulcanica ed eclettica con una grande passione: la cura delle sue clienti. Da Teddy Be si può trovare un elegante maxi coat, così come un pellicciotto smanicato e decisamente cool. È davvero il negozio per tutte, dove, peraltro, il rapporto qualità prezzo è ottimale. Insomma, se non avete ancora visitato Teddy Be, io ve lo consiglio caldamente: parola di Consulente d’Immagine!

In cosa consisteva precisamente l’evento “Una Domenica da Fiaba”?

Durante l’evento abbiamo presentato un outfit ufficio, la trasformazione rapida dello stesso in outfit per l’aperitivo, con la sostituzione di pochi elementi, virando dal business professionale al glam. L’abbinamento casual da weekend non poteva proprio mancare e, infine, un look adatto per la sera, strizzando l’occhio alle prossime serate natalizie e da veglione. Io ho spiegato e giustificato le relative scelte, Paola ha indossato i capi e sfilato per il negozio. Le clienti erano tutte molto attente e coinvolte. In ultimo, davanti ad una petineuse in stile shabby chic, abbiamo regalato a ciascuna partecipante una micro consulenza colore per rivelare quali fossero le cromie personalizzate più valorizzanti per abiti, accessori, colorazione dei capelli e make-up. Questa sessione risulterà molto utile alle clienti per la creazione di un personal look più efficace e per effettuare i prossimi acquisti in maniera più saggia, con notevole risparmio di tempo e denaro. Mai più scelte sbagliate insomma e donne ancora più belle e colorate che cammineranno felicemente per le strade del varesotto.

E perché la vetrina?

La vetrina è una bellissima idea interattiva che nasce dal genio creativo di Michela. In passato Teddy Be vendeva abiti per bambini e già allora diversi eventi furono realizzati utilizzando tale leitmotiv e chiamandosi, appunto, BimbiInVetrina. Michela riproporrà i futuri eventi nel medesimo contesto e ritengo che la scelta sia assolutamente efficace: la vetrina permette di dare all’evento massima visibilità e consente anche ai passanti, probabilmente ignari di quanto stia accadendo all’interno dell’esercizio pubblico, di entrare e prendere parte alla giornata. Durante “Una Domenica da Fiaba”, molte persone appiccicavano il naso alla vetrina per capire bene cosa stesse succedendo. Sicuramente abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: incuriosire e far passare il messaggio di una realtà, quella della Consulenza d’Immagine, ancora nuova in Italia, ma in veloce espansione. E poi Gavirate si è trasformata per un pomeriggio in città come Milano, Londra e Parigi, dove l’animazione in vetrina nei più importanti store d’abbigliamento è quasi prassi. Le sembra poco?

Tutt’altro. Qual è stato il riscontro?

Più che positivo. Le clienti sono molto soddisfatte delle nuove scoperte e di tutte le dritte fornite e non vedono l’ora della prossima edizione che si terrà il 6 gennaio. Non si perda questa occasione, mi raccomando! Siamo tutti molto sensibili all’immagine e al mondo beauty. Trascurare il nostro aspetto è davvero un peccato. Il corpo, in quanto tempio del nostro mondo interiore, merita di essere coccolato e valorizzato.

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare