Varese, un bando per assegnare la gestione delle attività commerciali all’interno dei parchi pubblici

Venerdì 27 marzo alle 12.00 scadrà il termine per la presentazione delle offerte

16 marzo 2015
Guarda anche: Varese Città
villa toeplitz

E’ stato pubblicato all’albo pretorio e sul sito del Comune l’avviso pubblico per l’individuazione di privati  per l’assegnazione temporanea e parziale a titolo oneroso di porzioni di parchi e giardini per lo svolgimento di attività commerciali.

Il Regolamento per la tutela, la conservazione e lo sviluppo dei parchi, giardini e aree verdi del Comune di Varese disciplina l’assegnazione temporanea a titolo oneroso di porzioni di parco con la finalità “di reperire coperture finanziarie volte al restauro conservativo delle stesse alla loro imperitura funzionalità; al loro mantenimento dinamico”.

È obiettivo del Comune di Varese recuperare, valorizzare e promuovere i suoi parchi; ciò avviene anche attraverso l’uso collettivo per eventi di tempo libero purché compatibili con le esigenze di fruibilità e di salvaguardia della qualità dei luoghi.

Sono interessati:

a) Giardini Estensi b) Parco di Villa Mirabello  c) Parco di Villa Toeplitz d) Parco di Villa Baragiola; e) Parco del Castello Mantegazza; f) Parco Torelli Mylius ora “Achille Cattaneo”; g) Parco di Villa Augusta; h) Parco lacuale “L.Zanzi” (eccetto periodo dal 18 maggio al 04 luglio);

i) Parco Perelli – Biumo Inferiore; j) Piazza Giovanni XXIII – Brunella; k) Giardino delle ex officine – Sant’Ambrogio; l) Giardino V.le Aguggiari angolo Via Vannucci; m) Giardino di via Pista Vecchia – Masnago/Avigno; n) Giardino pubblico Via Tarvisio – via Presolana San Fermo.

Le attività dovranno essere compatibili con il contesto storico, paesaggistico e ambientale dei parchi storici di Varese; rivolgersi, preferibilmente, a più componenti anagrafiche, sociali e culturali della collettività. Per tale motivazione l’istruttoria tecnica comprenderà l’analisi ponderata, documentata e per singoli punti motivata dei criteri indicati nel presente avviso pubblico di manifestazione d’interesse. Dovranno proporsi arredi, strutture eleganti e ben inserite nel contesto storico architettonico del giardino o del Parco. In caso di attività d’intrattenimento musicale, le apparecchiature tecniche dovranno preferibilmente concentrare il suono in sito ovvero contenerne la diffusione.

L’assegnazione temporanea ha una durata inferiore all’anno; la stessa può essere: a) giornaliera; b) plurigiornaliera; c) stagionale ovvero durare dal 15 aprile al 30 settembre di ogni anno. Quest’ultime concessioni stagionali possono coprire tre annualità (stagionali triennali) con possibilità di proroga per altri tre anni.

Il bando è disponibile al http://www.comune.varese.it/si4web/common/AmvSezione.do?MVPD=0&MVSZ=222

 

 

Tag:

Leggi anche:

  • Il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda a Varese

    Industria 4.0, 2018 – 2028 quale futuro: Il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda a Varese  Produzione, credito, infrastrutture e formazione 4.0, un appuntamento con il mondo produttivo varesino Appuntamento domani, mercoledì 21 febbraio 2018, dalle ore 11.00 alle 13.30, al Teatro
  • In Comune di Varese è possibile consegnare la Dichiarazione anticipata di trattamento (D.A.T) “Testamento biologico”

    In Comune di Varese è possibile consegnare la propria Dichiarazione anticipata di trattamento (D.A.T), conosciuta anche come “testamento biologico”. Contemporaneamente all’entrata in vigore della legge, approvata lo scorso 14 dicembre 2017, che disciplina il consenso informato e le
  • Varese, via alla salatura delle strade

    Dalle ore 20.00 di questa sera saranno operativi i mezzi spargi sale del Comune di Varese che effettueranno la salatura preventiva su 11 percorsi della viabilità principale che copriranno, nei vari passaggi, circa 200 chilometri di strade e vie cittadine. Al via dunque le operazioni in vista
  • #10×9=Varese Martedì 6 febbraio con Francesca Strazzi

    L’appello che Progetto Concittadino fa ai varesini, come sempre, è quello di mandare le domande che vorrebbero fare agli assessori. Le dieci domande verranno selezionate tra quelle dei cittadini, e verranno sottoposte all’assessore di turno, questa volta Francesca Strazzi, che sarà