Varese: presidio di Forza Nuova contro lo Ius Soli

Domani pomeriggio l'iniziativa del movimento di estrema destra in via Donizetti

07 novembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
Forza Nuova

Forza Nuova
Nel pomeriggio di domenica 8 novembre, a partire dalle ore 15.30, i forzanovisti della Provincia di Varese svolgeranno nel capoluogo bosino,
all’altezza di Via Donizetti angolo piazza Giovine Italia un presidio di propaganda vertente sulla contrarietà al progetto governativo dello Ius
Soli. Russo Federico, responsabile provinciale, intende affermare: “Siamo convinti che italiani si nasca, e non lo si diventi. L’introduzione dello Ius Soli, che nella sola città di Varese porterebbe diverse migliaia di immigrati a diventare cittadini italiani, non avrà altro risultato se non quello di trasformare gli italiani, quelli veri, in minoranza e stranieri in patria.  Il tutto funzionale al vero e proprio processo di sostituzione etnica in atto nel nostro Paese da un paio di decine d’anni a questa parte, auspicato dagli organismi internazionali e assecondato dai governi, di centro-sinistra quanto di centro-destra, finalizzato a estirpare ogni senso di appartenenza ed identità  forgiare, in questo modo, una massa acefala di veri e propri schiavi al servizio della macchina capitalista. Questa importante battaglia di difesa identitaria ci vede da settimane in prima linea: dalle manifestazioni nazionali di Bologna e Firenze alle iniziative locali svolte a Laveno Mombello e Gallarate. Lo Ius Soli non passerà!

Forza Nuova
Nel pomeriggio di domenica 8 novembre, a partire dalle ore 15.30, i forzanovisti della Provincia di Varese svolgeranno nel capoluogo bosino,
all’altezza di Via Donizetti angolo piazza Giovine Italia un presidio di propaganda vertente sulla contrarietà al progetto governativo dello Ius
Soli. Russo Federico, responsabile provinciale, intende affermare: “Siamo convinti che italiani si nasca, e non lo si diventi. L’introduzione dello Ius Soli, che nella sola città di Varese porterebbe diverse migliaia di immigrati a diventare cittadini italiani, non avrà altro risultato se non quello di trasformare gli italiani, quelli veri, in minoranza e stranieri in patria.  Il tutto funzionale al vero e proprio processo di sostituzione etnica in atto nel nostro Paese da un paio di decine d’anni a questa parte, auspicato dagli organismi internazionali e assecondato dai governi, di centro-sinistra quanto di centro-destra, finalizzato a estirpare ogni senso di appartenenza ed identità  forgiare, in questo modo, una massa acefala di veri e propri schiavi al servizio della macchina capitalista. Questa importante battaglia di difesa identitaria ci vede da settimane in prima linea: dalle manifestazioni nazionali di Bologna e Firenze alle iniziative locali svolte a Laveno Mombello e Gallarate. Lo Ius Soli non passerà!

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti