“Uno sguardo al Monte” per chiudere l’estate al Camponovo

Sabato l'inaugurazione della mostra

23 agosto 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese Città
Sacro_Monte_(Varese)

Un omaggio al Monte, allo splendido massiccio del Campo dei Fiori che sovrasta Varese, è la mostra di fine estate proposta da Beautiful Varese International Association nello spazio espositivo Camponovo al Sacro Monte, a pochi passi dal Santuario della Madonna del Monte.  L’esposizione è realizzata in collaborazione con il Consorzio Regionale Parco del Campo dei Fiori, gli Amici del Campo dei Fiori, il Comune di Luvinate, gli Amici del Remeron, la Società Astronomica Schiaparelli, e con il patrocinio della Fondazione Comunitaria del Varesotto; verrà inaugurata sabato 27 agosto e resterà aperta dal giovedì alla domenica dalle 13 alle 19, fino a domenica 11 settembre.

Già dalla locandina si intuisce il taglio “emozionale” voluto dagli organizzatori: uno scatto di Carlo Meazza che ritrae Salvatore Furia sul bordo di una cupola dell’Osservatorio Astronomico, rende omaggio al visionario mecenate nell’anniversario della sua scomparsa il 12 agosto di sei anni fa. “Questa mostra è innanzitutto una buona occasione per rivedere una splendida collezione di scatti in grande formato dedicati al Campo dei Fiori dal celebre fotografo varesino Carlo Meazza nell’anno 1990” conferma la curatrice Carla Tocchetti, “una documentazione vintage ma preziosa, che giaceva nel sottoscala di un edificio pubblico, recuperata e per quanto possibile restaurata per attenuare i segni del tempo.

Grazie alle tante collaborazioni, il percorso si snoda poi attraverso alcuni temi legati al Monte, con approfondimenti sull’Osservatorio Astronomico (nel corso della mostra viene ricordato il famoso 7 settembre 1956, sessantesimo anniversario della Fondazione della Società Astronomica G.V. Schiaparelli), su aspetti inerenti la sua straordinaria identità geologica e sulle numerose espressioni del movimento Liberty che contraddistinguono tantissimi edifici che costellano il Monte. Al vernissage, sabato 27 agosto alle ore 17.30 ci sarà anche una introduzione dell’architetto Angelo Del Corso, presidente degli Amici del Campo dei Fiori, su “Il ferro, la pietra e la falsa pietra nel Liberty del Campo dei Fiori”. Grazie alla particolare disposizione in stanze medievali, siamo riusciti a valorizzare anche una sezione dedicata al lavoro svolto dai bambini della Scuola Primaria Pedotti di Luvinate in collaborazione con la Biblioteca Comunale: una galleria di pannelli descrittivi elaborati in forma artistica e ad altezza d’uomo conduce il visitatore, bambino o adulto, in un suggestivo sentiero che ricrea il bosco e svela i suoi abitanti, appartenenti al mondo vegetale ed animale. Un significativo passaggio di testimone alle nuove generazioni dell’interesse e dell’impegno verso lo sviluppo e la tutela del Monte

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio