“Uno sguardo al Monte” per chiudere l’estate al Camponovo

Sabato l'inaugurazione della mostra

23 agosto 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
Sacro_Monte_(Varese)

Un omaggio al Monte, allo splendido massiccio del Campo dei Fiori che sovrasta Varese, è la mostra di fine estate proposta da Beautiful Varese International Association nello spazio espositivo Camponovo al Sacro Monte, a pochi passi dal Santuario della Madonna del Monte.  L’esposizione è realizzata in collaborazione con il Consorzio Regionale Parco del Campo dei Fiori, gli Amici del Campo dei Fiori, il Comune di Luvinate, gli Amici del Remeron, la Società Astronomica Schiaparelli, e con il patrocinio della Fondazione Comunitaria del Varesotto; verrà inaugurata sabato 27 agosto e resterà aperta dal giovedì alla domenica dalle 13 alle 19, fino a domenica 11 settembre.

Già dalla locandina si intuisce il taglio “emozionale” voluto dagli organizzatori: uno scatto di Carlo Meazza che ritrae Salvatore Furia sul bordo di una cupola dell’Osservatorio Astronomico, rende omaggio al visionario mecenate nell’anniversario della sua scomparsa il 12 agosto di sei anni fa. “Questa mostra è innanzitutto una buona occasione per rivedere una splendida collezione di scatti in grande formato dedicati al Campo dei Fiori dal celebre fotografo varesino Carlo Meazza nell’anno 1990” conferma la curatrice Carla Tocchetti, “una documentazione vintage ma preziosa, che giaceva nel sottoscala di un edificio pubblico, recuperata e per quanto possibile restaurata per attenuare i segni del tempo.

Grazie alle tante collaborazioni, il percorso si snoda poi attraverso alcuni temi legati al Monte, con approfondimenti sull’Osservatorio Astronomico (nel corso della mostra viene ricordato il famoso 7 settembre 1956, sessantesimo anniversario della Fondazione della Società Astronomica G.V. Schiaparelli), su aspetti inerenti la sua straordinaria identità geologica e sulle numerose espressioni del movimento Liberty che contraddistinguono tantissimi edifici che costellano il Monte. Al vernissage, sabato 27 agosto alle ore 17.30 ci sarà anche una introduzione dell’architetto Angelo Del Corso, presidente degli Amici del Campo dei Fiori, su “Il ferro, la pietra e la falsa pietra nel Liberty del Campo dei Fiori”. Grazie alla particolare disposizione in stanze medievali, siamo riusciti a valorizzare anche una sezione dedicata al lavoro svolto dai bambini della Scuola Primaria Pedotti di Luvinate in collaborazione con la Biblioteca Comunale: una galleria di pannelli descrittivi elaborati in forma artistica e ad altezza d’uomo conduce il visitatore, bambino o adulto, in un suggestivo sentiero che ricrea il bosco e svela i suoi abitanti, appartenenti al mondo vegetale ed animale. Un significativo passaggio di testimone alle nuove generazioni dell’interesse e dell’impegno verso lo sviluppo e la tutela del Monte

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare