Un varesino rapito nelle Filippine. La pista è quella del fondamentalismo islamico

Rolando Del Torchio, ex sacerdote missionario, è originario di Angera, in provincia di Varese. Si trova nel Paese estero dove porta avanti la sua attività di ristoratore

07 ottobre 2015
Guarda anche: MondoVarese
Rolando Del Torchio

E’ stato rapito da sette uomini armati che si sarebbero fatti passare inizialmente per clienti. Il gruppo sarebbe poi stato visto salire su un motoscafo. 

Rolando Del Torchio, nato ad Angera, è il varesino rapito nelle scorse ore nelle Filippine.

Ex sacerdote missionario, è arrivato la prima volta per il Pime  (Pontificio Istituto Missioni Estere) nelle Filippine nel 1988. Quindi ha lasciato i voti nel 1996. Da anni porta avanti la sua attività di ristoratore, con il “Ur Choiche Cafè”, il suo locale, a Dipolog.

Non ci sono ancora piste ufficiali, ma quella che gli inquirenti starebbero seguendo maggiormente riguarda la presenza nella regione di diversi gruppi armati di fondamentalisti islamici, che rivendicano maggiore autonomia nel Paese, a maggioranza cattolico.

Il suo è il quarto rapimento nelle ultime due settimane, dopo quello dei canadesi John Ridsdel e Robert Hall e del norvegese Kjartan Sekkingstad.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti