Tutto pronto per la Rievocazione Storica del Rally Aci Varese

Tra meno di un mese la seconda edizione della grande rievocazione storica. Settimana scorsa una mostra per conoscere meglio le vetture

03 novembre 2015
Guarda anche: Busto ArsizioSportVarese Città
foto WL4-1

Manca meno di un mese alla seconda edizione della Rievocazione Storica del Rally Aci Varese e mentre da una parte proseguono i lavori per ultimare i dettagli dell’evento, gli organizzatori hanno dato ampio spazio anche alla promozione. Domenica 25 ottobre infatti, a Caldana, frazione di Cocquio Trevisago, si è svolta l’ultima giornata de “L’Ottobre Caldanese”, tradizionale appuntamento annuale che nei fine settimana ottobrini richiama migliaia di persone da tutta la provincia. 

Oltre a gustare le pietanze degli stand gastronomici e ad ammirare le numerose attrazioni presenti, le decine di bancarelle proponenti prodotti tipici, suppellettili e manufatti, i visitatori hanno potuto soffermarsi su una corte all’interno della quale erano posizionate in bella mostra alcune delle vetture da rally storiche che prenderanno parte alla rievocazione di fine novembre. 

Il repertorio spaziava da una Renault Clio Williams “griffata” Diac ad una Peugeot 205 gr.A, da una A112 Abarth ad una Fiat Ritmo 130TC finendo con un bellissimo esemplare di Fiat 131 Abarth Alitalia. Inutile dire l’entusiasmo dei numerosi visitatori che hanno potuto così scattare fotografie o curiosare attraverso le schede tecniche i dettagli più curiosi ed interessanti delle vetture esposte. 

“Siamo contenti di questa nostra presenza a Caldana – ha raccontato Andrea Sabella di Asd Laghi-Varese Corse – perché per noi si è trattato di un ulteriore nonché ottimo veicolo pubblicitario. Oltre a dar risalto ai nostri sponsor ed ai loghi istituzionali come quello dell’Automobile Club e della Regione Lombardia, abbiamo portato a conoscenza di molti appassionati la nostra manifestazione al punto che qualcuno ha già voluto aderire iscrivendosi sul posto. Devo perciò ringraziare tutti i collaboratori che ci hanno aiutato ma in particolar modo per coloro che hanno voluto aderire portando le vetture da corsa: da Mario Magugliani a Gianmario Gallazzi, da Francesco Francabandiera ad Ennio De Giovannetti e da Roberto Vella a Emanuele Colombo”. 

Patrocini e iscritti

Con le iscrizioni aperte da pochi giorni il gruppo di Milano Autostoriche conferma la sua
presenza con numerosi piloti tra i quali spiccano Leva e Giugni, vincitori un anno fa. Ad essi, tra i tanti che hanno già inviato la richiesta di partecipazione, figurano anche Fontanella su Fiat 128, Fedeli su Bmw 2002, Pretti su R5 Alpine e Cuzzolin su Porsche 911. Intanto, sempre gli organizzatori, comunicano che la Regione Lombardia, riconosciuto il valore dell’evento, ha assegnato il patrocinio ufficiale.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio