Si addormenta sul pullman. E rimane “intrappolata” nel deposito

Disavventura finita bene per una ragazza di Luino. A soccorrerla i Vigili del Fuoco e i Carabinieri

05 dicembre 2015
Guarda anche: Luinese
image1

Si è addormentata sul pullman mentre rientrava a casa. E quando si è svegliata il mezzo era già fuori servizio, chiuso nel deposito. 

Il fatto è avvenuto a Luino. A soccorrere la ragazza sono quindi intervenuti i vigili del fuoco, nella serata di venerdì 4
dicembre alle 22.30 nel deposito di via Don Folli.

La ragazza era rimasta chiusa
all’interno del veicolo posteggiato in un deposito. I vigili del fuoco, intervenuti
congiuntamente a una pattuglia dei carabinieri della stazione di Luino, sono
riusciti ad aprire l’automezzo e liberare la persona.

Tag:

Leggi anche:

  • I sapori del territorio arrivano a Villa Bozzolo

    Torna la Rassegna della Formaggella del Luinese DOP e degli altri prodotti del territorio. Villa Bozzolo ospita i produttori caseari del Luinese, in una mostra mercato dedicata alla Formaggella del Luinese e agli altri prodotti tipici del territorio. Durante la giornata sono previste degustazioni,
  • Mozzate, incidente tra due auto: diversi feriti

    Mercoledì 18 aprile, alle ore 16:00, i vigili del fuoco del distaccamento di Saronno, sono intervenuti nel comune di Mozzate (CO), in via Gorla, per incidente stradale. Per cause ancora in fase di accertamento due autovetture si sono scontrate, nell’impatto uno dei veicoli si è ribaltato sulla
  • Caso di meningite meningococcica di una donna residente a Luino

    Segnalato un caso di meningite a carico di una quarantaduenne, residente a Luino, che ha accusato i primi sintomi durante lo svolgimento della sua attività professionale a Bellinzona. La signora, il 5 aprile, è stata accompagnata al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Luino e dal nosocomio luinese
  • Taser, via libera all’uso in sei città italiane

    Il Taser torna nelle tasche delle guardie del corpo, nonostante la decisione presa anni fa dell’ONU che ne vietava l’uso perchè considerato uno strumento di tortura. La nuova sperimentazione per il momento riguarda solo alcune città italiane, sono sei i centri dove il taser (pistola che usa