“Senza Whirlpool il territorio si impoverisce”. Il Comune studia un futuro utilizzo dell’area

Il sindaco Silvio Aimetti e la giunta si stanno preparando ad affrontare la crisi occupazione che colpirà il territorio

06 aprile 2016
Guarda anche: EconomiaVarese
Silvioaimetti

In relazione alle determinazioni comunicate in data odierna dall’azienda Whirlpool EMEA s.rl., relative alla decisione di lasciare la sede storica di Comerio il prossimo anno, l’Amministrazione Comunale, nel prendere atto delle stesse, esprime il più profondo rammarico per questa scelta assunta, evidentemente, senza aver valutato appieno la disponibilità del Comune a risolvere le evidenziate problematiche logistiche e gestionali. Pensare Comerio senza Whirlpool risulta esser qualcosa di innaturale per chi è nato quando questa realtà era il motore di un intero territorio e per chi ha contributo, sin dal dopoguerra, con il proprio lavoro e la propria intelligenza a creare l’Azienda.

L’Amministrazione Comunale è inoltre vivamente preoccupata per le conseguenze che le nuove scelte aziendali avranno sui lavoratori, anche dell’indotto che ha sede sul Territorio, e sulle inevitabili problematiche sociali ed economiche che la decisione assunta comporterà non solo per Comerio, ma per l’intero comprensorio.
L’ultima volta che Comerio si trovò ad affrontare una situazione simile fu alla fine degli anni 60, quando le famiglie Crippa e Berger decisero di trasferire la sede del caffè HAG a Pomezia, in quel caso la grande generosità dei proprietari permise alla comunità di Comerio di ricevere in dono l’intero complesso industriale, che divenne successivamente la sede di molti importanti servizi alla Comunità quali; il Comune, le Scuole elementari, gli ambulatori medici, la biblioteca e tanto altro ancora. Confidiamo nel fatto che un percorso simile, attualizzato alle mutate situazioni occupazionali del Territorio, venga realizzato con whirlpool, e questo anche in riferimento all’impegno preso a suo tempo dall’azienda nella persona della Presidente ed oggi riconfermato. Nei prossimi giorni sarà creato un team di lavoro specifico composto da personale Whirlpool e da personale del Comune per iniziare tempestivamente a valutare le possibilità future di utilizzo dell’area.
Siamo convinti che, assieme a whirlpool ed alle istituzioni tutte, riusciremo a creare un progetto innovativo di rilancio per quest’area che, a nostro parere, non può prescindere dal rimanere un luogo di lavoro, di innovazione e di sport, e questo anche in memoria del Commendator Giovanni Borghi e delle tante persone del nostro Territorio che, assieme a Lui, fecero e continuano a fare Impresa.
Siamo determinati a far si che questo si realizzi.

Il sindaco e la giunta comunale di Comerio

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad