Profughi nella Caserma vuota di Vergiate?

Per fare fronte all'emergenza profughi arriva la proposta di mettere a disposizione la struttura vuota nel comune

23 luglio 2015
Guarda anche: LettereMalpensa
Immigrati

 

Penso che siamo tutti concordi nel fatto che ci troviamo di fronte ad una situazione di assoluta emergenza destinata ad acuirsi.

Il saccheggio fatto dagli occidentali in Asia ed in Africa, le guerre, i bombardamenti destabilizzanti ( Libia, Iraq…) voluti dall’America con l’appoggio degli europei hanno creato una drammatica realtà che spinge alla fuga i diseredati di quelle terre. 

Oggi i come ieri i sindaci vengono chiamati a gestire questa emergenza senza che il governo centrale indichi una programmazione lungimirante assieme ai paesi della U.E.
Vi sono sindaci che ,non trascurando per nulla i problemi dei propri amministrati , fanno l’impossibile per soccorrere questi esseri umani, dimostrando quella umanità molte volte richiamata dal Papa.
A loro va una solidarietà incondizionata .
Il sindaco di Comerio ha messo a disposizione gratuitamente un suo appartamento dimostrando di essere superiore a chi grida: “Ospitali a casa tua”.
Il sindaco di Venegono Inferiore ospita esseri umani in palestra contando sulla Croce rossa e tanti volontari. Altri sindaci hanno già accolto profughi.

Ma l’umanità di alcuni sindaci non basta in quanto, nonostante le tante vittime delle guerre e le migliaia di persone morte in mare , l’esodo dei disperati continuerà .
Come possibile ricovero mi viene in mente la nuova caserma dei carabinieri di Vergiate , voluta da qualcuno che evidentemente ha speso soldi pubblici ( derivati dalle tasse pagate da noi ) senza una corretta programmazione . Non è mai stata occupata e, stante la carenza di carabinieri , è difficile vederla funzionare a breve .
E logisticamente è meglio di una palestra .
Perché non si prende in considerazione la presenza di profughi in questa struttura pubblica?

Andrea Bagaglio

Tag:

Leggi anche: