Profughi nella Caserma vuota di Vergiate?

Per fare fronte all'emergenza profughi arriva la proposta di mettere a disposizione la struttura vuota nel comune

23 luglio 2015
Guarda anche: LettereMalpensa
Immigrati

 

Penso che siamo tutti concordi nel fatto che ci troviamo di fronte ad una situazione di assoluta emergenza destinata ad acuirsi.

Il saccheggio fatto dagli occidentali in Asia ed in Africa, le guerre, i bombardamenti destabilizzanti ( Libia, Iraq…) voluti dall’America con l’appoggio degli europei hanno creato una drammatica realtà che spinge alla fuga i diseredati di quelle terre. 

Oggi i come ieri i sindaci vengono chiamati a gestire questa emergenza senza che il governo centrale indichi una programmazione lungimirante assieme ai paesi della U.E.
Vi sono sindaci che ,non trascurando per nulla i problemi dei propri amministrati , fanno l’impossibile per soccorrere questi esseri umani, dimostrando quella umanità molte volte richiamata dal Papa.
A loro va una solidarietà incondizionata .
Il sindaco di Comerio ha messo a disposizione gratuitamente un suo appartamento dimostrando di essere superiore a chi grida: “Ospitali a casa tua”.
Il sindaco di Venegono Inferiore ospita esseri umani in palestra contando sulla Croce rossa e tanti volontari. Altri sindaci hanno già accolto profughi.

Ma l’umanità di alcuni sindaci non basta in quanto, nonostante le tante vittime delle guerre e le migliaia di persone morte in mare , l’esodo dei disperati continuerà .
Come possibile ricovero mi viene in mente la nuova caserma dei carabinieri di Vergiate , voluta da qualcuno che evidentemente ha speso soldi pubblici ( derivati dalle tasse pagate da noi ) senza una corretta programmazione . Non è mai stata occupata e, stante la carenza di carabinieri , è difficile vederla funzionare a breve .
E logisticamente è meglio di una palestra .
Perché non si prende in considerazione la presenza di profughi in questa struttura pubblica?

Andrea Bagaglio

Tag:

Leggi anche:

  • Ufficio Immigrazione, rimpatrio per i cittadini extracomunitari non in regola

    Nei giorni scorsi, l’attività finalizzata al rimpatrio di cittadini extracomunitari non in regola con la normativa sul soggiorno, ha visto impegnati ancora una volta gli uomini dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Varese che hanno dato esecuzione a 4 provvedimenti di espulsione, emanati
  • Sull’ex Caserma il telo di Francesca Somaini

    Per scegliere quale opera coprirà la facciata della ex Caserma Garibaldi hanno votato 8500 varesini. Quattro i disegni in finale e poi sottoposti alla votazione dei cittadini: PRENDITI UN ATTIMO di Francesca Somaini, STRINGI VARESE, di Sara Traiani, SCORCI VARESINI, di Sofia Semilia, LA PIANTA DEL
  • Tradate, allarme migranti “Troppi in città, più del doppio di quelli ammessi”

    Dopo l’azione di sgombero a Gallarate, a dare l’allarme migranti è opra anche Tradate che per volere del sindaco leghista della città Dario Galli, presenta una situazione drammatica “Dovrebbe esserci un richiedete asilo ogni tre abitanti, per un totale di 60persone: ora invece i migranti
  • Andrea Cassani sui migranti “Nessuno li ha costretti ad andarsene”

    Il sindaco leghista di Gallarate, Andrea Cassani, ha dato il via libera alo sgombero nella giornata di martedì 20 marzo alla palazzina di Via Ranchet, destinata a chiudere perché la società che la gestisce, la Kb srl, non ha partecipato al bando della Prefettura per l’accoglienza. Le