Malpensa, sul crollo del controsoffitto Petraroli (M5S) interroga il ministro

Il deputato grillino interviene sulla bomba d'acqua del maggio scorso che allagò una parte dello scalo

08 ottobre 2015
Guarda anche: MalpensaPolitica
Controsoffitto

Come molti ricorderanno, una violenta “bomba d’acqua” abbattutasi sul Basso Varesotto interessò, lo scorso 15 maggio, anche la zona di Malpensa, facendo crollare un pezzo del controsoffitto del terminal 1 che risultò allagato in diversi punti.

I relativi problemi riscontrati nella circolazione aerea, con il dirottamento di una decina di voli su Linate, e in quella stradale crearono una situazione di insostenibile disagio, che a distanza di mesi spinge il deputato Cosimo Petraroli (Movimento 5 Stelle) a rivolgersi direttamente al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio: “A chi dobbiamo imputare le responsabilità per i danni in una struttura modernissima, sulla quale sono stati investiti 330 milioni di Euro?” si chiede il pentastellato, secondo cui “pur riconoscendo la portata del fenomeno meteorologico, non è spiegabile che il vecchio T2 abbia retto ottimamente mentre il nuovissimi T1 abbia subito queste conseguenze”.

Tag:

Leggi anche: