Varese, la carica dei Cinquestelle: “Ecco il Reddito di cittadinanza municipale”

I Cinquestelle lanciano la corsa verso Palazzo Estense

28 novembre 2015
Guarda anche: Varese
FB_IMG_1448742853082

Un reddito di sostegno alle fasce più deboli. A chi non riesce ad arrivare alla fine del mese. 

La battaglia sul reddito di cittadinanza, che i Cinquestelle stanno portando avanti a livello nazionale, avrà anche una sua declinazione locale, se vincessero le prossime comunali.

Il Movimento 5 Stelle lancia infatti la propria corsa verso Palazzo Estense, preentando il Reddito di cittadinanza municipale, che servirà, attraverso l’erogazione di credito su una carta, chiamata Ecocard, per comprare alimenti, beni di prima necessità e pagare i tributi locali. Ma per accerdervi occorrerà aderire al “servizio di prossimità” e dimostrare di rispettare una serie di criteri di ecosostenibilità. Insomma, essere cittadini virtuosi, come spiega il candidato sindaco Alberto Steidl.
“Questa misura andrebbe a sostegno di circa 4.000 persone a Varese – spiega Steidl – quelle persone che hanno un reddito annuale sotto i diecimila euro. Come fa una persona a vivere con 5.000 euro all’anno? Un sindaco se lo deve chiedere”. 

Il servizio di prossimità consisterà nel dedicare alcune ore al mese per servizi di utilità sociale per la città. Mentre le caratteristiche di tutela dell’ambiente consisteranno nella limitazione dell’uso dell’auto, nella limitazione del consumo dell’acqua (meno di 90 litri al giorno) , nella limitazione dei rifiuti indifferenziati e nel passare all’EEV 100% rinnovabile. A questa misura potranno accedere i residenti da almeno tre anni, mentre la proposta di Regione Lombardia, proposta da Roberto Maroni, pone almeno 5 anni. Il sostegno economico varierà a seconda della fascia reddituale. Ad esempio, chi ha un reddito annuo tra i 4.000 e i 5.000 euro avrà circa 2.600 euro di integrazione.

“Questo reddito potrà essere elargito con bandi, partendo da qualche centinaia di persone e poi aumentando di anno in anno la quota di persone”. 

Sono intervenuti i deputati Cosimo Petraroli e Daniele Pesco e la consigliera regionale Paola Macchi.

Come proposta per la città, nel caso di un’amministrazione a Cinquestelle, Petraroli ha annunciato come i tributi locali non saranno più riscossi da Equitalia.
Infine, è stato fatto il punto sul bando assessori. Sono 43 i cittadini che hanno inviato finora il proprio curriculum. Il bando, che scadeva a fine novembre, verrà prorogato a metà gennaio.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il