Lombardia e il Programma Attract, sale a 20 il numero dei Comuni

Oltre ai servizi di assistenza qualificata e di promozione garantiti dalla Regione, gli Enti ottengono un contributo a fondo perduto fino al massimo di 100.000 euro

11 Luglio 2018
Guarda anche: Lombardia

Sale a venti il numero dei Comuni che portano a termine il percorso per la sottoscrizione di AttrACT, – Accordi per l’Attrattività. Altri sette Comuni riceveranno le risorse stanziate per i progetti previsti dal bando. Lo ha deciso la giunta di Regione Lombardia su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli.

GLI OBIETTIVI – Il programma AttrACT ha per scopo il raggiungimento di diversi obiettivi strategici: la valorizzazione dell’offerta territoriale attraverso la mappatura dell’offerta localizzativa, la definizione del contesto di investimento e dei vantaggi localizzativi; la promozione delle opportunità di localizzazione e di investimento produttivo in Lombardia; infine la creazione di percorsi di aggregazione dei principali stakeholder del territorio. In questo modo si sviluppa un servizio di assistenza qualificata per gli investitori e si consolida il sistema di relazioni proprio per armonizzare l’intervento dei protagonisti a livello locale.

COMMUNITY DI COMUNI – Il programma è rivolto ai Comuni lombardi interessati a promuovere un cambiamento culturale nel rapporto tra Pubblica amministrazione e investitore, creando così una community di Comuni proattivi sul tema dell’attrazione degli investimenti. Oltre ai servizi di assistenza qualificata e di promozione garantiti dalla Regione, gli Enti ottengono un contributo a fondo perduto fino al massimo di 100.000 euro. Sono stati ammessi al programma 56 Comuni e un totale di 113 opportunità localizzative per nuovi insediamenti produttivi.

GLI ASSEGNATARI – Risorse: per quanto riguarda i finanziamenti, dopo la sottoscrizione degli accordi sarà erogato ai Comuni un anticipo pari al 40 per cento del contributo. Il saldo sarà invece liquidato a conclusione del programma di attuazione, della durata massima di 36 mesi dalla firma dell’accordo. A Busto Arsizio (Va), Capergnanica (Cr), Rho (Mi), San Giovanni in Croce(Cr), Verdellino (Bg), vanno 100.000 euro, a Olgiate Comasco (Co), Vigevano (Pv) 70.000, per un totale di 640.000 euro come contributo di Regione Lombardia.

OPERE DI MIGLIORAMENTO – Le risorse saranno destinate a realizzare opere di miglioramento delle infrastrutture viarie funzionali all’accessibilità delle aree di insediamento e all’attrattività del territorio, a completare infrastrutture a servizio delle imprese (banda larga, telecamere di sicurezza e illuminazione stradale nelle aree industriali). Saranno utilizzate per migliorare le dotazioni tecnologiche degli uffici comunali, a realizzare piani di marketing territoriale, a formare il personale tecnico comunale competente in materia di imprese.

VICINI AI SINDACI“Regione Lombardia – ha dichiarato Mattinzoli – ha da sempre idee innovative che rispecchiano le esigenze del tempo che passa e delle situazioni contingenti. Essere vicino ai sindaci, al mondo dell’impresa, ai corpi intermedi, al territorio, partendo dall’ascolto, è la ricetta vincente”, ha concluso Mattinzoli.

Tag:

Leggi anche:

  • Investire in Lombardia: nasce AttrACT

    L’iniziativa sarà presentata lunedì 10 dicembre a MalpensaFiere: all’indirizzo web www.attractlombardy.it è online un portale per scoprire dove e come investire in Lombardia. Una piattaforma che mette a sistema l’offerta mappata con il Programma AttrACT: per gli investitori, fin
  • Poste Italiane, si apre un nuovo ciclo

    “Con Poste apriamo una fase nuova di collaborazione. Interazione, dialogo, fiducia Oggi a Roma l’Amministratore delegato Del Fante e la Presidente Farina, davanti a 3.500 Sindaci, hanno detto sì alle nostre proposte, alle proposte fatte negli ultimi anni da Uncem. Tesoreria per i
  • Tarantino (Lega): “Il Governo del Cambiamento sblocca i fondi per i Comuni. Più servizi ai Cittadini”

    “I Comuni avranno finalmente a disposizione più fondi da spendere. Il Governo del Cambiamento ha mantenuto la parola data, garantendo agli enti locali la possibilità di utilizzare i soldi dell’avanzo di amministrazione a beneficio dei propri Cittadini”.  Leonardo Tarantino,
  • Firmato il protocollo d’intesa del progetto comuni in Cloud

    Una macchina amministrativa efficiente deve poter contare su sistemi informatici moderni ed al passo con l’evoluzione tecnologica che in altri campi tutti constatiamo quotidianamente. Nella nostra provincia le amministrazioni comunali investono circa 5 milioni di euro l’anno per dotarsi dei