L’Asl pagherà le cure della piccola Belen in Germania

Dopo l'incontro del 28 settembre i diversi enti hanno elaborato il progetto per sostenere la famiglia di Belen sui costi delle cure sanitarie

09 ottobre 2015
Guarda anche: Busto ArsizioSalute
belen

belen

Il Direttore del Distretto di Busto e i volontari che si occupano di Belen e della sua famiglia si sono incontrati il 28 settembre 2015 ed hanno messo al centro dell’attenzione la salute della piccola Belen, per la quale, in molti, in questi mesi, si sono attivati a ricercare le migliori condizioni di cura. La gravità e la complessità del suo percorso terapeutico richiedono, inevitabilmente, forti e chiare intese fra più risorse del territorio.

Il percorso sanitario necessita impegni costanti e continuativi, nel tempo, sia economici che assistenziali. La famiglia, l’associazione AIAS, l’ASL, gli esponenti della vita politica amministrativa della città sono consapevoli che serva una compartecipazione condivisa del percorso di cura della bambina.

Durante l’incontro è stato definitivamente chiarito che, a seguito dell’autorizzazione regionale alle cure all’estero rilasciata ai genitori della piccola Belen, l’ASL si farà interamente carico delle spese per i ricoveri ospedalieri di Belen in Germania e di un accompagnatore, mentre le spese di viaggio nonché l’onorario del medico americano, libero professionista, verranno rimborsate in una percentuale variabile (che approssimativamente è stata valutata del 90%), secondo il reddito del nucleo familiare della piccola. Ovviamente, saranno a carico della famiglia tutte le altre spese connesse ai ricoveri (interprete, soggiorno e viaggio del padre, etc.). È stata dunque apprezzata e riconosciuta l’importanza dell’iniziativa dell’associazione AIAS e del contributo offerto dalla cittadinanza per far fronte anche a queste spese incombenti.

I partecipanti all’incontro hanno collaborato per definire il progetto terapeutico assistenziale di Belen; progetto che ha, nella “presa in carico e nella continuità di cura”, i suoi punti di forza, in sintonia con il principio ispiratore della Legge Regionale “Evoluzione del sistema socio sanitario lombardo”, che prenderà avvio nel 2016. Elemento cardine di questa evoluzione sarà proprio l’integrazione di tutte le risorse del territorio, di cui le associazioni di volontari rappresentano un elemento irrinunciabile.

Belen e la sua famiglia possono quindi testimoniare l’esercizio concreto del diritto alla salute e alla cura, un valore per tutti i partecipanti all’incontro, in cui è stata messa al centro la piccola, al di là delle norme ed applicazioni amministrative che possono rendere problematiche, a volte, anche posizione vicine.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti