L’Asl pagherà le cure della piccola Belen in Germania

Dopo l'incontro del 28 settembre i diversi enti hanno elaborato il progetto per sostenere la famiglia di Belen sui costi delle cure sanitarie

09 ottobre 2015
Guarda anche: Busto ArsizioSalute
belen

Il Direttore del Distretto di Busto e i volontari che si occupano di Belen e della sua famiglia si sono incontrati il 28 settembre 2015 ed hanno messo al centro dell’attenzione la salute della piccola Belen, per la quale, in molti, in questi mesi, si sono attivati a ricercare le migliori condizioni di cura. La gravità e la complessità del suo percorso terapeutico richiedono, inevitabilmente, forti e chiare intese fra più risorse del territorio.

Il percorso sanitario necessita impegni costanti e continuativi, nel tempo, sia economici che assistenziali. La famiglia, l’associazione AIAS, l’ASL, gli esponenti della vita politica amministrativa della città sono consapevoli che serva una compartecipazione condivisa del percorso di cura della bambina.

Durante l’incontro è stato definitivamente chiarito che, a seguito dell’autorizzazione regionale alle cure all’estero rilasciata ai genitori della piccola Belen, l’ASL si farà interamente carico delle spese per i ricoveri ospedalieri di Belen in Germania e di un accompagnatore, mentre le spese di viaggio nonché l’onorario del medico americano, libero professionista, verranno rimborsate in una percentuale variabile (che approssimativamente è stata valutata del 90%), secondo il reddito del nucleo familiare della piccola. Ovviamente, saranno a carico della famiglia tutte le altre spese connesse ai ricoveri (interprete, soggiorno e viaggio del padre, etc.). È stata dunque apprezzata e riconosciuta l’importanza dell’iniziativa dell’associazione AIAS e del contributo offerto dalla cittadinanza per far fronte anche a queste spese incombenti.

I partecipanti all’incontro hanno collaborato per definire il progetto terapeutico assistenziale di Belen; progetto che ha, nella “presa in carico e nella continuità di cura”, i suoi punti di forza, in sintonia con il principio ispiratore della Legge Regionale “Evoluzione del sistema socio sanitario lombardo”, che prenderà avvio nel 2016. Elemento cardine di questa evoluzione sarà proprio l’integrazione di tutte le risorse del territorio, di cui le associazioni di volontari rappresentano un elemento irrinunciabile.

Belen e la sua famiglia possono quindi testimoniare l’esercizio concreto del diritto alla salute e alla cura, un valore per tutti i partecipanti all’incontro, in cui è stata messa al centro la piccola, al di là delle norme ed applicazioni amministrative che possono rendere problematiche, a volte, anche posizione vicine.

Tag:

Leggi anche:

  • Riparte la stagione estiva alle Bettole

    Si alza il sipario sulla grande stagione estiva de Le Bettole di Varese. Domani sera (prima gara alle ore 20.20), infatti, l’ippodromo varesino aprirà le sue porte per il primo dei 13 appuntamenti ippici in programma nella Città Giardino tra giugno, luglio e agosto. Se domani, come afferma
  • Europeo under 21 – Bernardeschi castiga la Germania, Italia in semifinale

    Impresa della nazionale under 21 che grazie ad un gol al 31′ della ripresa di Bernardeschi, e grazie anche alla vittoria della Danimarca per 4 a 2 sulla Repubblica Ceca, vola in semifinale in quest’europeo under 21. La Germania è battuta dunque ma si qualifica come seconda del girone
  • Torna la Basket Fest: il 15 luglio tutti in piazza Monte Grappa

    Sabato 15 luglio il centro di Varese ospiterà la #VareseBasketFest 2k17. In piazza Monte Grappa, dalle 10.30 alle 24, si svolgerà il classico torneo di basket 3vs3 (Senior maschile e femminile, Under e Minibasket) organizzato dalla Pallacanestro Vareseinsieme al Comune di Varese, al Trust “Il
  • Fondazione Piatti Bike tour 2017: pedala con noi e diventa ambasciatore dell’inclusione sociale

    Fondazione Renato Piatti onlus, grazie al supporto organizzativo della Società Ciclistica Alfredo Binda, presenta la 3° edizione del Fondazione Piatti Bike Tour: un evento non competitivo dedicato agli amanti del ciclismo che vogliono misurarsi su un percorso costruito collegando 6 centri di