Family Day: “Esposto per peculato contro scritta sul Pirellone”

La consigliera comunale del Pd di Milano Rosaria Iardino annuncia la possibilità di azioni legali contro l'illuminazione del palazzo regionale

25 gennaio 2016
Guarda anche: Milano
familyday

“La maggioranza leghista in Regione Lombardia non può utilizzare le strutture pubbliche per propri fini propagandistici.

Stigmatizzo con forza l’iniziativa di scrivere, con le luci interne di
Palazzo Pirelli la scritta “family day”, per ricordare l’odiosa iniziativa
che si terrà il prossimo week-end e che vorrebbe mantenere questo paese
nell’oscurantismo medioevale dell’assenza di diritti per una larga fetta di cittadini”.

Questa la presa di posizone della consigliera comunale a Palazzo Marino Rosaria Iardino.

“Valuterò coi miei legali se presentare un esposto alla magistratura per peculato, avendo il gruppo consigliare della Lega Nord in Regione Lombardia, utilizzato e speso soldi pubblici (quelli per
l’illuminazione) a fini personali e propagandistici. La cosa sarebbe ulteriormente più grave se, come preannunciato, il Gonfalone della Regione dovesse essere portato in manifestazione. Anche in questo caso si configurerebbe un utilizzo improprio di risorse pubbliche”.

Tag:

Leggi anche: