Riapre la Pinacoteca di Brera: ingressi gratis per tutta l’estate

Dal 9 giugno porte aperte alla cultura

05 Giugno 2020
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloMilano

Riapre al pubblico martedì 9 giugno 2020 la Pinacoteca di Brera, dopo i mesi di chiusura per l’emergenza sanitaria da Covid-19. E con una novità che piacerà a tutti: l’ingresso sarà gratuito (con prenotazione obbligatoria) per tutta l’estate.

Un’entrata con prenotazione obbligatoria che sarà valida per tutta l’estate, replicabile più volte. “La gratuità è un nostro modo per dire grazie alla città, di esserle riconoscenti – ha spiegato il direttore James Bradburne –. Se Brera è nel cuore di Milano, i milanesi sono nel cuore di Brera. Ed è a loro che rivolgiamo il nostro grazie: per non aver mai abbandonato idealmente le nostre sale, per averci fatto sentire il loro sostegno attraverso il sito web e le pagine social, per aver contribuito a fornirci preziose indicazioni sulle loro esigenze e percezioni in vista della riapertura, partecipando numerosissimi a un sondaggio disponibile sul nostro sito. In definitiva, per aver condiviso quella ‘resistenza culturale’ che abbiamo intrapreso all’indomani del lockdown: non una risposta alla contingenza, ma una condizione dello spirito, che ci accompagnerà anche a museo aperto”.

Le regole per l’ingresso saranno compatibili con la Fase 2 dopo il lockdown. Oltre alla prenotazine obbligatoria, a cui si è già accennato, ai visitatori sarà misurata la temperatura che dovrà essere inferiore a 37,5 gradi. All’interno ci sarà obbligo di indossare la mascherina e di mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone. Inoltre, per non favorire assembramenti, sarà vietato l’uso degli armadietti: per questo motivo non si potrà entrare in Pinacoteca con valigie o borse voluminose. La durata massima della visita sarà di un’ora e mezza e il nuovo percorso sarà a senso unico: non si potrà quindi tornare indietro nelle sale precedenti.

 
Tag:

Leggi anche:

  • Turismo: da un sentiero tra i campi a un percorso ciclabile intorno a Milano

    Duemila anni dopo, il tratto lomellino della Via delle Gallie, che dall’antica Ticinum, ora Pavia, portava alle province d’Oltralpe attraversando l’attuale Piemonte, riprende vita. Un sentiero strappato ai campi, disboscando, pulendo i fossi, installando cartelli stradali e piantando
  • Patrizia Baffi si dimette da Presidente della Commissione d’inchiesta sul Covid-19

    “Poiché credo fermamente nell’importanza della Commissione d’Inchiesta, che avrà il compito di fare chiarezza sull’emergenza sanitaria che ha tanto segnato la nostra regione e le nostre vite e che dovrà anche portare all’avvio di un percorso di revisione della riforma sanitaria
  • Ripartono i mercati agricoli di Cia Lombardia

    “Un modo per acquistare prodotti tipici, direttamente da chi li produce e li coltiva, rispettando quindi l’ambiente e favorendo l’economia agricola locale”, spiegano gli organizzatori. “Attraverso questo strumento è possibile far conoscere e valorizzare le produzioni del territorio,
  • Fase 2 a Milano, Sala “Non voglio fare sceriffo ma no impassibili”

    La fase 2 a Milano è ripartita con i bar aperti e i navigli pieni di gente. Il sindaco Beppe Sala vicino a nuove misure restrittive. “Non vogliamo fare né gli sceriffi o i giustizieri della notte ma non possiamo rimanere impassibili di fronte alle situazioni che stiamo vedendo”.