Esercito a Varese: “L’amministrazione ammette di avere fallito sulla sicurezza in città”

Riflessioni di Bruno Belli, umanista e coordinatore del progetto ''Varese da Vivere'' del Pd, sul voto in consiglio comunale per chiedere l'intervento dei militari

09 giugno 2015
Guarda anche: LettereVarese
Presidiopiazza

I nostri “governanti” locali, votando a favore dell’intervento dell’esercito a Varese, non si sono accorti di un modestissimo fatto: che, votando per la presenza dell’esercito in città, hanno ammesso il completo fallimento dell’attuale amministrazione sul fronte della politica della sicurezza, evidentemente non essendo stati capaci, negli anni, nemmeno di prevedere un piano concreto da attuare in piena collaborazione con le forze dell’ordine e con la Prefettura.

Senza contare, qui, lo sgradevole impatto dei militari mescolati alla gente civile, di fronte ai già pochi turisti che vengono in città (e che sono molti di meno rispetto a quelli che avrebbero creduto di annoverare gli entusiasti del fallimentare EXPO). 

L’esercito mette ordine: è vero. Ma ha anche suoi regolamenti che non c’entrano punto con la vita civile, ha un codice di procedura a sé stante (tanto che esistono i tribunali civili e quelli militari), ecc.ecc.

Allora, da cittadino, chiedo questo ai nostri amministratori: perché non vi dimettete tutti e lasciate il governo della città ai militari?
Tra quanto li vorremo vedere anche a Roma, a Palazzo Chigi, a Palazzo Madama, al Quirinale?

Di certo, per chiudere con una battuta (ma non ignorerei il significato della provocazione qui sopra), saremo sicuri che i treni saranno nuovamente in orario!!!

Complimenti per l’ammissione del fallimento di un governo civile e della sottoscrizione entusiasta al grido squillante “Arrivano i colonnelli!!!”.

Bruno Belli
Umanista  
Coordinatore del capitolo “Risorse culturali varesine” del progetto “Varese da Vivere” del Pd di Varese 

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio – Il Varese attende la Bustese, unico obiettivo: vincere

    Vincere per blindare i playoff, chiudere con sei punti in più per sfruttare il fattore campo e avere il risultato a favore, aspettare la graduatoria per un’eventuale riammissione in Lega Pro, campionato nel quale salgono di diritto le nove vincitrici dei gironi di Serie D che prendono il posto
  • Andrea Piccolo vince la 41° Piccola Tre Valli Varesine

    Sono stati 129 i ragazzi categoria Allievi che hanno partecipato alla 41° edizione della Piccola Tre Valli Varesine, tradizionale gara valevole come 2° prova del Giro della Provincia e 3° Trofeo Veneto Banca. A tagliare per primo il traguardo, dopo 60 chilometri di gara, Andrea Piccolo del
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno