Confindustria: Univa sostiene Vacchi nella corsa per la presidenza

I voti dell'unione varesina degli industriali andranno al bolognese

29 febbraio 2016
Guarda anche: EconomiaItaliaLavoro
vacchi alberto

L’Unione degli Industriali della Provincia di Varese sosterrà la candidatura di Alberto Vacchi a nuovo Presidente di Confindustria. La decisione è stata presa all’unanimità dal Consiglio Direttivo che ha optato di far convogliare i voti dell’Unione Industriali varesina sul Presidente di Unindustria  Bologna, anche a seguito del preliminare e più largo confronto avvenuto nei giorni precedenti tra i componenti di Giunta dell’associazione.

All’interno di quest’ultima, infatti, era emerso un altrettanto unanime consenso di appoggio alla figura del candidato ideale già condivisa in una nota ufficiale dal Consiglio di Presidenza di Confindustria Lombardia che indicava una personalità “espressione di una realtà manifatturiera con forte propensione all’internazionalizzazione, di visione strategica di lungo periodo e riconosciute dote di leadership”. A parere dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese,  tra i candidati ufficiali quello che, per caratteristiche personali, professionali ed aziendali, meglio incarna tali qualità è Alberto Vacchi. Figura che soddisfa un’altra caratteristica ritenuta anch’essa fondamentale dall’Unione Industriali per ricoprire la carica di Presidente di Confindustria, ossia quella di una forte esperienza e conoscenza nel e del Sistema. Anche in questo caso la lungimirante gestione della fusione, a suo tempo avviata, tra Confindustria e Api Bologna e l’attuale progetto di aggregazione con le associazioni territoriali di Modena e Ferrara, sono espressione di una grande attenzione verso i temi della rappresentanza imprenditoriale e, allo stesso tempo, di una volontà di dar vita a progetti innovativi della stessa, nel solco della recente Riforma Pesenti. Un’attitudine al costante miglioramento e adattamento al nuovo che avanza dell’associazionismo datoriale di cui, è parere dell’Unione Industriali varesina, Alberto Vacchi  potrà farsi interprete anche a livello nazionale, a vantaggio di tutto il Sistema Confindustria.
Per tutti questi motivi il Presidente Riccardo Comerio, forte del consenso e del mandato ricevuto dagli organi componenti la compagine associativa, annuncerà, durante l’incontro che avrà nei prossimi giorni con la Commissione dei Saggi, la decisione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese di far convogliare i voti dei propri rappresentanti al Consiglio Generale di Confindustria, in programma il prossimo 31 marzo, sul nome di Alberto Vacchi.
Classe 1964, Alberto Vacchi è Presidente di Unindustria Bologna dal 2011. È Presidente e Amministratore Delegato della I.M.A. Industria Macchine Automatiche Spa, leader mondiale nella progettazione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, alimentari, tè e caffè. Un gruppo dal fatturato di quasi un miliardo di euro (il 91% dei quali frutto di export) e con 34 stabilimenti di produzione in Italia e nel mondo.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti