Chiusura Filmstudio90: “Tante iniziative in città”. E la battaglia è anche legale. VIDEO

Gli spettacoli cinematografici andranno avanti, organizzati in maniera itinerante in diversi luoghi della città. Intanto, viene chiesto il dissequestro della sala

22 gennaio 2016
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloVarese Città
FB_IMG_1453467708942

Il sequestro della sala di Filmstudio90 ha dato vita ad un grande cordone di solidarietà da parte della cittadinanza nei confronti dell’associazione che da oltre ventincinque anni offre a Varese una rassegna di film di qualità.

Ed è una presenza culturale fondamentale per la città.

In mattinata, nella sede Arci, Giulio Rossini e Adriano Gallina hanno fatto il punto della situazione.

“In questo momento avvocato Prestinoni sta depositando la domanda di riesame – ha detto Rossini – non staremo qui ad aspettare: Filmstudio90 risponderà moltiplicando le iniziative, dimostrando come si possono organizzare eventi on the Road. Diffonderemo il cinema in città ancora più di prima. Risponderemo alla domanda di cultura che viene dalla città. E faremo quello che dovrebbe venire dalle istituzioni, invece troppo spesso non viene proprio”.

Noi crediamo nel valore collettivo di quello che si fa, in questi anni abbiamo creato collaborazioni con le associazioni, Convergenze ne è la prova.

“Quello che viene contestato è l’omessa denuncia di inizio attività e l’agibilità di sala di via De Cristoforis” spiegano, contestando tuttavia le accuse.

 

“Tutto nasce dal fatto che le locandine degli spettacoli cinematografici vengono appese negli stessi spazi dove sono affisse quelle del Cinema Nuovo, che invece è luogo aperto al pubblico” ha detto Gallina.

E Rossini: “Abbiamo sempre ottemperato ai lavori per la sicurezza della sala, facendo anche di più di quello richiesto dalla legge.  Per quanto riguarda le questioni fiscali, noi abbiamo il registratore di cassa per l’emissione dei biglietti e inviamo i dati dell’incasso ogni volta”.

I tesserati a Filmstudio90 sono circa 2.500.

Il sequestro della sala viene contestato anche perché la stessa non è di proprietà di Filmstudio90, ma della Coopuf, che la utilizza anche per altre iniziative. E quindi si trova oggi nell’impossibilità di disporne.

Alla conferenza è intervenuto anche il consigliere provinciale delegato alla Cultura Alberto Tognola, oltre al consigliere comunale del Pd Andrea Civati e al segretario cittadino dei Giovani democratici Giacomo Fisco.

 

 

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice