Wg Art si dissocia dai vandali: “Il nostro live painting è legale”

L'associazione che guida il progetto Urban Canvas collabora con l'assessorato alla Cultura

27 luglio 2015
Guarda anche: Varese Città
canvas

In riferimento ai recenti fatti di cronaca legati all’indagine della Procura di Varese sull’imbrattamento di muri ad opera di giovani varesini, l’Associazione WgArt.it Writing and Graffiti Art tiene a precisare che l’Associazione opera nel massimo rispetto della legalità e che a questo principio fondamentale è chiesto di aderire a tutti coloro che dipingono nell’ambito delle attività promosse dall’Associazione.

WgArt.it agisce in collaborazione con i privati e le Istituzioni, in primis il Comune di Varese, con cui ha anche stretto un accordo di collaborazione per la pulizia di edifici da scritte, tags e quant’altro non definibile come prodotto artistico.

Le attività promosse da WgArt.it – live painting – si tengono su muri individuati proprio con l’amministrazione comunale, con l’obiettivo di riqualificare con graffiti e murales aree grigie quando non addirittura degradate.

“Si tratta di una attività che interseca l’aspetto culturale di questo genere di arte pittorica e il decoro urbano, come avviene in moltissime città italiane e europee” afferma l’Assessore alla Cultura Simone Longhini che prosegue: “abbiamo sempre detto con forza che bisogna distinguere nettamente tra chi fa arte di strada ed esprime la sua creatività legalmente e in spazi consentiti e chi invece compie atti vandalici imbrattando i muri della nostra città. Con questi ultimi va usato il pungo di ferro e bisogna mettere in campo tutte le iniziative utili a prevenire e a reprimere il fenomeno. Dall’altro lato – conclude Longhini – è imprescindibile educare i giovani e i giovanissimi al rispetto delle regole e del nostro patrimonio pubblico e privato. E su questo doppio binario continueremo ad operare”.

L’aspetto educativo è posto anche da WgArt.it come valore fondamentale, proprio con l’obiettivo di insegnare a vivere il libero gesto artistico nel rispetto della città.

Quanto finora realizzato è visibile a tutti, per esempio i murales del progetto Urban Canvas in area Casbeno.

WgArt.it è a disposizione di tutti i cittadini che volessero informazioni sulla sua attività e invita a distinguere questa dalle altre citate azioni, oggetto appunto dell’indagine appena conclusa

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio