Varese: Urban Canvas all’opera al Gaggianello

Continuano le operazioni di abbellimento artistico di muri e cavalcavia

12 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
canvas

Il progetto URBAN CANVAS promosso dall’associazione Wg Art.it in collaborazione con il Comune di Varese, patrocinato dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Varese, nonché dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Varese. ospiterà nei prossimi giorni, una duo di artisti, nella rotonda Gaggianello tra Via Europa e Via P.Chiara

Da lunedi 19 ottobre a venerdi 23 ottobre la NEVERCREW dipingerà il muro sottostante la Rotonda Gaggianello

Pablo Togni nasce il 29.09.1979 a Bellinzona, Svizzera. Christian Rebecchi nasce il 20.12.1980 a Lugano, Svizzera. Entrambi frequentano il Liceo Artistico C.S.I.A. di Lugano ed in seguito il corso di Pittura del professor Nicola Salvatore all’Accademia di Bella Arti di Brera a Milano, diplomandosi nel 2005.
Dal 1996 lavorano insieme e danno vita al duo artistico NEVERCREW, iniziando ad avvicinarsi alla street art (che in quel periodo era vista ancora unicamente sotto il nome di “graffiti”) con un approccio principalmente pittorico ed in seguito tramite altre forme espressive quali la scultura, la grafica, l’illustrazione, la fotografia ed il video, iniziando da subito a dipingere in tutto il Canton Ticino. In questi primi anni partecipano all’esposizione di graffiti “Dalla Strada” al Museo Cantonale d’Arte Moderna di Bellinzona (CH), dipingono nelle carceri pretoriali di Bellinzona (CH), sono selezionati come “giovani disegnatori ticinesi” nell’ambito dell’evento “Innovafumetto” a Lugano (CH) e partecipano ad alcune esposizioni tra Milano e Como (Italia) durante i corsi all’Accademia di Belle Arti.
Dal 2004 si concentrano ulteriormente sulla pittura e, pur continuando a lavorare con la bomboletta spray, cercano di unire l’esperienza e lo spirito dei murales, della street art e della grafica con le ricerche espressive fatte negli anni dell’accademia. Per alcuni anni lavorano per diverse società (come Costa Crociere, la Radiotelevisione della Svizzera Italiana RSI SSR-SRG, Kuoni-Shoestring,…) e dicasteri cittadini.
Dal 2008 ritornano a lavorare principalmente sul loro percorso personale, estendendo nuovamente la loro sperimentazione sia alla bidimensionalità che alla tridimensionalità. I lavori principali di questi anni sono il dipinto “Octopus” nello Skatepark di Lugano (CH), la performance live durante la “Volvo Art Session” alla stazione centrale di Zurigo (CH), e l’art direction del film “Tutti Giù” di Niccolò Castelli (ImagoFilm Lugano, CH).
Sempre come artisti indipendenti, dal 2010 avviano una nuova ricerca: un linguaggio più determinato a livello concettuale, ma non forzatamente dal punto di vista tecnico e visivo, che prende forma principalmente nelle loro “sezioni” e nelle “strutture viventi”. Con una serie di questi lavori nel 2012 partecipano ad ArtYou Urban Art Basel (CH) e nello stesso anno realizzano il grande dipinto murale “Magenta” a Lugano (CH).
Nel 2013 vincono il premio “Artista dell’anno – 2012” della Fondazione Bally per la Cultura, vengono invitati a far parte della selezione internazionale “Stroke Curated” durante la Stroke Urban Art Fair di Monaco (DE), realizzano l’installazione interattiva “Tin Can Phone Project” a Lugano (nata dal precedente “Funnel Project”, 2012) e una delle loro immagini è scelta per una stampa in serie limitata come regalo ufficiale agli ospiti del Festival del Film Locarno. Nello stesso anno vengono realizzate due esposizioni personali a Lugano (CH): la prima presso la “Limonaia” di Villa Saroli (Museo d’Arte Lugano), dove presentano l’installazione “Part of the Process”, e la seconda presso Ego Gallery, dove presentano diverse opere ed installazioni inedite, frutto del loro percorso recente.
Nel 2014 NEVERCREW realizza le opere all’interno dei nuovi spazi di Facebook a Milano (I) e a Dublino (IRE) e partecipa a diversi progetti internazionali e festival artistici (Amburgo (DE), Belgrado (Serbia), il Cairo (Egitto), Winterthur (CH), Zurigo (CH), …), per poi iniziare il 2015 con due esposizioni personali: “Simultaneity” ad Artstübli di Basilea (CH) e “Frequency Spectrum” alla Square23 Gallery di Torino (I).

Si ricorda che, ad oggi, hanno collaborato al progetto URBAN CANVAS i seguenti artisti :

– Urbansolid
– Kraser
– Domenico Romeo
– AleSenso
– Carmine Bellucci
– Mr.Fijodor
– Corn79
– Centina
– DissensoCognitivo
– 108
– Eleuro
– Refreshink
– Il Borse
– Mr.Wany
– Giorgio Bartocci
– Giulio Vesprini
– 1010
– Etnik
– Luigi Vine Semeraro
Notizie sul progetto, gli artisti e sulla Hall of Fame sono fornite dall’Associazione Wg Art.it sul blog http://urban–canvas.blogspot.it

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti