Unioni civili, Renzi dice sì. Ma solo per coppie gay

Il premier, riunitosi con i parlamentari del Pd, ha deciso di portare a casa la legge che introduce le unioni civili entro maggio

17 marzo 2015
Guarda anche: Italia
Nozzegay

La legge sulle Unioni civili va fatta entro questa primavera. Possibilmente prima delle amministrative di maggio. Questa la decisione emersa dalla riunione che il premier Matteo Renzi ha tenuto con i parlamentari del Pd al Nazareno. Tuttavia, la possibilità di ricorrere alla forma delle Unioni civili non potrà essere utilizzata dalle coppie eterosessuali, ma solo da quelle dello stesso sesso. Dal ddl Cirinnà sarà tolta la parte relativa alla regolamentazione delle coppie di fatto etero.

“Sulle coppie etero – dichiara alla stampa il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento Ivan Scalfarotto – c’è un equivoco. In tutto il mondo la regolamentazione delle coppie civili serve a porre rimedio a una discriminazione, quella che nega alle coppie gay la possibilità di vedersi riconosciuti dei diritti che le persone sposate hanno. Gli etero hanno già la loro unione civile: è il matrimonio. Confondere le unioni civili con le coppie di fatto è come confondere pere e mele. Gli eterosessuali che non vogliono regolamentare la loro relazione sono tutta un’altra questione rispetto alle unioni civili”.

Tag:

Leggi anche:

  • LIUC, Unioni civili e modello di famiglia

    Dall’entrata in vigore delle unioni civili con l’approvazione del DDL Cirinnà a un nuovo modello di famiglia: se ne parla alla LIUC – Università Cattaneo il prossimo lunedì 23 ottobre 2017 alle ore 17.00 in un incontro promosso da ELSA (The European Law Student’s Association)
  • Unioni civili “Non siamo gay, ma ci sposiamo per convenienza”

    Una coppia “non coppia”, vivono insieme da parecchi anni ma il rapporto che li lega sarebbe quello di due fratelli, un grande affetto ma nessun tipo di amore. Gianni, vicentino di 56 anni, è un musicista; Piero è di origini romane e ha 70 anni.  Hanno deciso di unirsi civilmente sabato 19
  • A Varese le prima Unione civile tra due donne in Ospedale

    La loro identità rimane riservata, dal momento che una delle due signore è purtroppo malata. E quindi è stato chiesto, giustamente, riserbo. Si tratta della prima unione celebrata in provincia. Un momento importante, che ha visto l’amore trionfare finalmente, grazie alla Legge Cirinnà,
  • L’Italia approva le Unioni civili. Arcigay Varese: “Un segno di civiltà”

    Dello stesso avviso è Federico Galbiati, vicepresidente: “Per quanto l’assai travagliata approvazione di questa legge costituisca una importante conquista per tutti i cittadini italiani, essa non può essere considerata un punto di arrivo, bensì una base di partenza per raggiungere la