Ubriaco e molesto, si becca due denunce in poche ore per minacce

Un 56enne italiano si è reso protagonista di due episodi di minacce e resistenza a pubblico ufficiale

15 marzo 2016
Guarda anche: Busto Arsizio
Poliziafoto

Ubriaco, molesto e minaccioso, viene denunciato due volte in poche ore dalle Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio.

Il poco lusinghiero exploit è quello di un cinquantaseienne italiano, con diversi precedenti per lo più causati da problemi di dipendenza da alcool e sostanze stupefacenti. Il primo intervento è stato effettuato alle 19,30 di ieri 14 marzo, quando personale del 118 ha richiesto l’ausilio della Volante per problemi nella gestione di un intervento richiesto da automobilisti di passaggio. In via Rossini, seduto sul marciapiede, vi era un uomo in uno stato di evidente ebbrezza alcoolica e con escoriazioni sulla fronte che peraltro non era in grado di spiegare.
Il soggetto rifiutava il ricovero in ospedale, ritenuto invece opportuno dagli operatori sanitari, opponendosi anche al tentativo di identificarlo dei poliziotti, che anzi colpiva e spintonava minacciandoli di morte.
A quel punto gli agenti si sono visti costretti a immobilizzarlo, accompagnarlo in Commissariato e perquisirlo, trovandogli in tasca la fotocopia di un documento e un rudimentale oggetto tagliente, verosimilmente costruito dallo stesso cinquantaseienne con una lamina in metallo e un’impugnatura in cartone. Nel frattempo l’uomo cadeva in uno stato di torpore che consentiva, questa volta, di caricarlo su un ambulanza e trasportarlo in ospedale.

Quando la situazione sembrava risolta – erano ormai le due di notte – la Volante ha effettuato un passaggio in ospedale per controllare che tutto procedesse per il meglio ma, davanti all’ingresso del pronto soccorso, ha visto che lo stesso uomo urlava all’indirizzo della guardia giurata. Si apprendeva che il cinquantaseienne era stato dimesso ma rifiutava di abbandonare il pronto soccorso picchiando contro i vetri del triage, che imbrattava di sangue, ostacolando il lavoro degli infermieri e insultando e minacciando chiunque tentasse di calmarlo.

A quel punto gli agenti si sono visti costretti ad accompagnare nuovamente l’energumeno in Commissariato, dove la sua notte brava si è conclusa con una doppia denuncia per resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di oggetto atto ad offendere, rifiuto di fornire le generalità e ubriachezza.

Tag:

Leggi anche:

  • Al via mercoledì le semifinali scudetto del campionato under 15 per la Busto Pallanuoto

    Scatterà mercoledì 26 luglio la semifinale del Campionato Nazionale under 15 Maschile di pallanuoto che, nel girone 4 in programma presso la Piscina Comunale Olimpica di Palermo, vedrà in vasca anche la Busto Pallanuoto, società del vivaio Sport Management qualificatasi nelle scorse
  • 24 luglio 1923: la Juventus si apre all’era di casa Agnelli

    Fu fondata nel 1897 a Torino da un semplice gruppo di studenti liceali locali, appassionati di calcio, che pensarono a questa società come un semplice polisportiva. La squadra composta allora da un gruppo di ragazzi del liceo classico della città fece strada arrivando al suo primo campionato
  • Arcieri di Varese, per i 40 anni una festa sociale a Calcinate degli Orrigoni

    Era il 19 luglio del 1977 quando la società, affiliata alla Federazione Italiana Tiro Con l’Arco, apriva per la prima volta le porte ai giovani. La compagnia Arcieri di Varese, festeggia il suo 40esimo anno di età, 40esimo anno di promozione sportiva e sociale nel territorio, 40esimo anno di
  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim