Sequestro di stupefacenti a Malpensa: c’era anche il gamma-butirrolattone, la “droga dello stupro”

Continua ad essere in circolazione la sostanza utilizzata dai violentatori per abbassare le difese delle vittime e provocare un'amnesia

23 ottobre 2015
Guarda anche: Malpensa
Drogastupro

E’ la droga più subdola che possa essere messa in circolazione. Perché chi la compra, non lo fa per usarla su di sé, ma per sommistrarla di nascosto alla propria vittima.

E’ il gamma-butirrolattone, la droga dello stupro.

Utilizzata dai violentatori, che solitamente la versano di nascosto nel bicchiere della vittima designata, per poi abusarne sessualmente. L’effetto della sostanza, infatti, è quello, di allentare i freni inibitori, per poi provocare una forte amnesia una volta finito l’effetto, in modo che le vittime non possano ricostruire l’accaduto.

La droga era stata inviata attraverso pacchi postali, una tecnica ormai in uso per il traffico internazionale di sostanze stupefacenti. La Guardi di Finanza ha arresto un cittadino italiano, M.G., 53 anni, mentre otto persone sono state denunciate, residenti tra Milano, Palermo e Foggia.

 

Tag:

Leggi anche: