Sale senza biglietto, morde il capotreno

Disavventura per il controllore del treno

04 aprile 2016
Guarda anche: Saronno
Trenord

Era senza biglietto. E quando il capotreno, nel suo giro nei vagoni per verificare che tutti i viaggiatori avessero regolarmente pagato, le ha chiesto di esibire il proprio titolo di viaggio, per tutta risposta lei lo ha prima malmenato e poi morso ad un braccio.

Questa la reazione di una ragazzina, che dalla descrizione sembrerebbe una nomade, avvenuta la sera di sabato, sul treno Lodi-Saronno, partito alle 18.23. L’aggressione è avvenuta poco prima della stazione di San Giuliano. A quella fermata la giovane è fuggita. a vittima è stata portata in ospedale e medicata. La corsa è stata cancellata dopo aver raggiunto Rogoredo.

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad