Regolamento assegnazione alloggi pubblici: proseguono audizioni in Commissione Territorio

Le principali novità introdotte da questo regolamento prevedono la sostituzione dei bandi comunali con avvisi pubblici sovracomunali e il fatto che l'assegnazione degli alloggi sociali sarà direttamente a cura dei rispettivi enti proprietari

17 luglio 2017
Guarda anche: Lombardia

Proseguono in Commissione Territorio le audizioni sul nuovo regolamento attuativo per le assegnazioni degli alloggi pubblici e sociali. Questo pomeriggio la Commissione, presieduta nell’occasione dal Vice Presidente Mauro Piazza (Lombardia Popolare), ha incontrato i rappresentanti di Federcasa Lombardia, di Lombardia Informatica e delle ALER di Milano; Pavia e Lodi; Brescia – Cremona – Mantova; Bergamo – Lecco – Sondrio; Varese – Busto Arsizio – Como – Monza e Brianza.

Le principali novità introdotte da questo regolamento prevedono la sostituzione dei bandi comunali con avvisi pubblici sovracomunali e il fatto che l’assegnazione degli alloggi sociali sarà direttamente a cura dei rispettivi enti proprietari, Comuni e Aler. Poi, con la piattaforma informatica trasparente, ogni famiglia potrà scegliere l’alloggio più confacente alle proprie esigenze.
Tramite il mix abitativo sono state stabilite le quote per le assegnazioni. Posto che il 20% del totale sarà destinato a persone in stato di povertà assoluta, per il resto il 30% sarà destinato agli anziani, il 20% a famiglie monoparentali, il 15% a disabili, il 20% a famiglie di nuova formazione e il 10% alle forze di polizia. Un ulteriore 5% verrà destinato ad altre categorie di rilevanza sociale, ad esempio le donne maltrattate. Queste categorie saranno definite dai rispettivi Piani di Zona.

Per i punteggi delle graduatorie si calcoleranno tre tipi di disagio: disagio abitativo, disagio famigliare e disagio economico. Quarto criterio sarà l’anzianità di residenza, sia nella Regione che nel Comune, la cui introduzione costituisce una novità rispetto al regolamento precedente.
A settembre partirà la sperimentazione funzionale per sei mesi, che comincerà in alcune zone della Lombardia che saranno prossimamente individuate dalla Giunta.
Concluse le audizioni, giovedì 20 in Commissione comincerà la discussione e l’esame provvedimento, del quale è stato nominato relatore Roberto Anelli (Lega Nord), con l’obiettivo di esprimere poi il parere di competenza nella seduta del 27 luglio.

Tag:

Leggi anche:

  • Violi (M5S) “Maroni. Reato grave, danno ai lombardi”

    “È assurdo che Maroni si dica deluso dopo la condanna in primo grado a un anno per aver fatto ottenere un contratto a una sua collaboratrice in una società controllata dalla Regione Lombardia. A essere delusi e danneggiati sono i lombardi. Le pressioni per le assunzioni nelle società
  • Varese, 500mila euro per la sicurezza del territorio

    “Un contributo importante per mettere in sicurezza il nostro territorio. Da Regione Lombardia 500 mila euro per interventi di manutenzione straordinaria per i nostri fiumi e torrenti della Provincia di Varese”. Lo ha dichiarato il Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca
  • Processo Maroni, condannato ad un anno di carcere

     L’esponente leghista, già segretario federale, è stato condannato a un anno e a 450 euro di multa. L’ex ministro è stato condannato per un solo capo di imputazione con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Maroni è risultato colpevole del reato di turbata libertà del
  • Trenord, mattinata da incubo: ritardi e cancellazioni verso Milano

    Dieci le corse cancellate questa mattina sulla linea S9, Saronno-Seregno-Milano. In una nota pubblicata questa notte, a cui hanno fatto seguito altri annunciati arrivata dalle prime ore di questa mattina, l’azienda di trasporto su ferrovia Trenord ha annunciato la cancellazione di numeri