Regione Lombardia, nuove regole per le vendite benefiche di fiori

All'audizione in Commissione Attività produttive presenti Confcommercio e diverse sigle di categoria

23 marzo 2015
Guarda anche: EconomiaPolitica
Regione

Il provvedimento prevede una regolamentazione per evitare che la vendita benefica di fiori danneggi le attività commerciali. Via libera all’unanimità anche ad un nuovo progetto di legge per il contrasto alla ludopatia che va ad integrare la recente normativa regionale.

Regolamentare la vendita benefica di fiori per non danneggiare le attività tradizionali e stabili. La IV Commissione si
prepara alla votazione del progetto di legge per integrare la legge regionale 2/2010 in materia di commercio e fiere. Il provvedimento in esame (relatore Antonello Formenti, Lega Nord) chiede di disciplinare in maniera più precisa le vendite temporanee da parte di enti non commerciali, con specifico riferimento alle tante iniziative che prevedono l’allestimento di banchetti e gazebo che offrono piante e fiori a sostegno alle più diverse cause.

In Commissione Attività produttive, presieduta da Angelo Ciocca (Lega Nord), erano presenti rappresentanti di Confcommercio (tra i relatori Giovanna Mavellia, segretario generale lombardo) e delle associazioni di fioristi. Il nodo da sciogliere, al vaglio sia dell’ufficio legale del Consiglio che di Confcommercio, riguarda la possibilità di inserire nel dispositivo una distanza minima tra banchetti benefici e negozi di fiori e se le direttive della Bolkestein siano applicabili o meno a soggetti non commerciali.

La Commissione ha poi approvato all’unanimità un nuovo progetto di legge in materia di contrasto alla ludopatia, anche per adeguarsi alle continue novità nel campo del gioco d’azzardo elettronico.

Il nuovo progetto di legge (relatore Fabio Rolfi, Lega Nord) modifica la recente legge regionale 8/13 ma anche la legge 12/05 sul Governo del territorio e la legge 6/10 su commercio e fiere. Tra le novità, l’introduzione di una distanza minima di 500 metri tra attività analoghe.

Tag:

Leggi anche: