Regione Lombardia “ammazza” i costi della politica

Il consigliere lecchese Mauro Piazza snocciola i dati

29 aprile 2016
Guarda anche: Lombardia
Lombardiaesponenti

“Anche per il 2015 Regione Lombardia e in particolare il Consiglio regionale hanno fatto segnare un ulteriore calo nei costi della politica”, lo comunica il consigliere regionale Mauro Piazza dopo che l’Ufficio di Presidenza ha approvato il Rendiconto del Consiglio regionale relativo all’esercizio finanziario 2015.
“A fronte di 59milioni, 934mila e 366 euro di entrate, le spese sono state pari a 56milioni, 541mila e 580 euro, delle quali circa 17milioni e 650 mila euro per il personale dei Gruppi e delle strutture consiliari”, specifica Piazza.

In questo modo scende ancora la spesa pro capite dei cittadini lombardi per i costi della politica: meno 18 centesimi rispetto al 2014 (28 centesimi in meno rispetto al 2013). Il calcolo della spesa pro capite (previsto dalla legge regionale) deriva dall’ammontare complessivo del trattamento economico spettante ai Consiglieri regionali, ai componenti della Giunta e ai Sottosegretari, nonché delle risorse destinate ai Gruppi consiliari e alle segreterie degli Assessori, dei Sottosegretari e dei Consiglieri.

Entrando ulteriormente nei numeri risulta come i contributi ai Gruppi consiliari siano stati pari a 498.672 euro, a fronte dei 3milioni, 741mila e 387 euro del 2012. Sensibile la riduzione delle indennità complessive destinate ai Consiglieri regionali, diminuite di 4milioni e 254mila euro rispetto al 2012.

“Inoltre rispetto ai limiti complessivi di spesa consentiti per studi, formazione, missioni, relazioni pubbliche, convegni e mostre, fissato dal decreto legislativo n.78 del 2010 in un tetto massimo annuo di 568.739 euro, il Consiglio regionale della Lombardia nel 2015 ha risparmiato 190 mila euro, spendendo complessivamente solo 378mila e 696 euro – evidenzia Piazza – Migliorano anche gli indici di tempestività nei pagamenti, con un tempo medio tra la data di ricevimento della fattura e quella del suo pagamento pari a 20 giorni (tre giorni in meno rispetto all’anno precedente)”.

Il provvedimento passerà ora all’esame delle Commissioni per poi approdare in Aula per la sua approvazione definitiva in occasione della sessione di Bilancio prevista a luglio.

Tag:

Leggi anche:

  • 2° gran fondo Tre Valli Varesine e 97° Tre Valli Varesine: due grandi eventi internazionali a Varese

    Presentati questa mattina in Camera di Commercio di Varese i prossimi eventi internazionali della Società Ciclistica Alfredo Binda: la 2° Gran Fondo Tre Valli Varesine che si terrà sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre e la 97° Tre Valli Varesine in programma martedì 3 ottobre con
  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La