Regione, Cecchetti: “Immobili confiscati alle mafie grazie a Maroni”

Il vicepresidente del Consiglio Regionale ricorda il periodo del governatore come ministro dell'Interno

25 febbraio 2016
Guarda anche: Lombardia
cecchetti fabrizio

“Se oggi abbiamo questi risultati lo si deve anche all’azione fatta da Roberto Maroni quando era ministro degli
Interni.  E’ soprattutto grazie a lui se lo Stato ha iniziato a incidere veramente nel contrasto alle mafie e, di conseguenza, alla confisca dei
beni, che oggi in Lombardia sono circa 1200”.
Lo ha detto il Vicepresidente del Consiglio regionale Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) commentando il policy paper di Eupolis sui beni confiscati in Lombardia alle organizzazioni mafiose. Nella ricerca si evince che le
confische in Lombardia sono pari al 7,2% del totale delle confische nazionali e la provincia Milano è la prima per beni confiscati con 778 sequestri, seguita dalla provincia di Brescia con 114 e Varese con 80.
Circa la metà dei beni immobili confiscati alla criminalità organizzata è stato destinato agli enti territoriali.
“l fatto che siamo la quarta regione italiana per confische, la prima nel nord – ha aggiunto Cecchetti – invita a tenere alta l’attenzione e a
mettere in atto tutte le azioni di tutela e  cautela per evitare infiltrazioni e contaminazioni negli appalti istituzionali. Ma su questo fronte, come si vede dalla pronta azione avviata dal Presidente Maroni sul fronte sanitario dopo gli ultimi gravi episodi accaduti, Regione Lombardia ha tutti gli anticorpi per reagire”.

Tag:

Leggi anche: