Referendum 17 aprile: anche a Malnate comitato per il sì

Il comitato No Triv è promosso da Legambiente

23 marzo 2016
Guarda anche: Varese Città
Trivelle

Nasce anche a Malnate il Comitato Cittadino “Vota Sì per fermare le trivelle”, promosso dal circolo locale di Legambiente. Presenti, nella sede concessa dall’Associazione “L’altracitta’”, i rappresentanti di Legambiente Malnate, Malnate Sostenibile, M5S di Malnate. Tra gli aderenti anche Rifondazione.
«L’invito rivolto ai malnatesi è di non stare in silenzio, ma di esercitare il proprio diritto al voto – dicono dal neonato Comitato – Il 17 aprile il comitato invita la cittadinanza a votare SI’ per abrogare la norma introdotta dall’ultima Legge di Stabilità, che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas che insistono nella zona di mare vicina alla costa di non avere più scadenza».

La vera posta in gioco di questo Referendum è quella di far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese in ogni settore economico e sociale: è ora di abbandonare le fonti fossili per un modello energetico pulito, rinnovabile, distribuito e democratico. Non dobbiamo continuare a difendere le grandi lobby petrolifere e del fossile, ma affermare la volontà dei cittadini, che vorrebbero meno inquinamento, e delle migliaia di imprese che stanno investendo sulla sostenibilità ambientale e sociale. Per pochi barili di petrolio (tutte le riserve di petrolio presenti nel mare italiano basterebbero a coprire solo 7 settimane di fabbisogno energetico) non vale certo la pena mettere a rischio il nostro ambiente marino e terrestre ed economie importanti come la pesca e il turismo, vere ricchezze del nostro Paese.

Ricordiamo che il territorio limitrofo a Malnate (Binago in particolare) anni fa fu interessato dalla volontà di una multinazionale del petrolio di iniziare a trivellare in una zona altamente urbanizzata. Allora, grazie alla mobilitazione dei Comuni e delle Associazioni ambientaliste, il tentativo non venne messo in atto.

Il Comitato ricorda anche che l’Italia, insieme ad altri 194 paesi, ha sottoscritto a Parigi l’impegno a contenere la “febbre della Terra” entro 1,5 gradi centigradi, perseguendo con chiarezza e decisione l’abbandono dell’utilizzo delle fonti fossili.

Fermare le trivelle vuol dire essere coerenti con questo impegno.

Info nazionali:
www.fermaletrivelle.it

A Malnate dal 26 marzo saremo presenti al mercato (il sabato) e in piazza davanti al Comune (la domenica mattina) con materiale informativo.

Info locali:
legambientemalnate@gmail.com

Comitato Cittadino “Vota sì per fermare le trivelle” – Malnate

Tag:

Leggi anche:

  • Referendum: il quorum non è stato raggiunto

    A scrutinio ultimato, la percentuale di votanti si attesta al 32%, dunque estremamente distante dal 50%+1 necessario alla validità del quesito. Ovviamente, per quanto lo spoglio delle schede i “sì” ottengono una percentuale bulgara pari all’85,84% (ovvero oltre 13 milioni e 300
  • Referendum sulle trivelle: si vota il 17 aprile

    Pertanto nessun election-day con le amministrative, che avrebbe fatto risparmiare 350 milioni di euro, ma soprattutto avrebbe favorito una maggiore partecipazione dei cittadini alle urne: d’altronde, la legge 98/2011 impedisce accorpamenti del genere. I quesiti referendari proposti erano in
  • Referendum 17 aprile: come votano i varesini all’estero?

    E’ data anche la possibilità di optare per il voto in Italia previa espressione di questa scelta attraverso la compilazione di un modulo scaricabile dall’homepage del sito www.comune.varese.it. L’opzione dovrà pervenire all’Ufficio Consolare operante nella circoscrizione di