Province, firmata intesa da 200 milioni di euro. Salvo il trasporto pubblico locale

Il sottosegretario Nava: ''Grazie al nostro impegno garantiremo servizi essenziali ai cittadini''

17 dicembre 2015
Guarda anche: LombardiaVarese Città
Daniele-Nava_1-1

Regione Lombardia garantirà per il 2016, 2017 e 2018 alle Province un finanziamento complessivo annuale di 200 milioni di euro – che comprendono anche 20 milioni aggiuntivi per il trasporto pubblico locale – per esercitare le funzioni delegate e pagare il personale a queste dedicato. In più, Regione Lombardia, insieme ai Comuni e all’intero sistema degli Enti locali, s’impegna a riassorbire per intero il personale in sovrannumero delle Province stesse. 

FIRMATA INTESA – E’ quanto prevede l’intesa raggiunta e firmata ieri pomeriggio, nel corso della riunione dell’Osservatorio regionale, da Regione Lombardia, Province, Upl e Anci. Presenti il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata Daniele Nava, l’assessore all’Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia e l’assessore al Post Expo e Citta metropolitana Francesca Brianza.

GARANTITI SERVIZI ESSENZIALI – “Già nel 2015 – ha spiegato Nava – Regione Lombardia ha garantito un’erogazione straordinaria di 30 milioni di euro per permettere la chiusura dei bilanci delle Province. Con questa intesa, assicuriamo alle Province stesse la capacità di svolgere le funzioni delegate e pagare il personale, con una particolare attenzione al trasporto pubblico locale. Ancora una volta, grazie all’impegno di Regione Lombardia, servizi essenziali per i cittadini come il trasporto pubblico, l’assistenza ai disabili e la manutenzione delle strade potranno continuare a essere erogati nei prossimi anni”.

REGIONE FA SUA PARTE FINO IN FONDO – I finanziamenti da parte dello Stato per le funzioni fondamentali sono insufficienti. Nella legge di stabilità è previsto un taglio complessivo di 72 milioni (13 per Regione Lombardia). Regione Lombardia ha fatto il massimo sforzo possibile per riscontrare le richieste delle Province, in particolare sul Tpl. Il sistema delle Regioni riceve 800 milioni dallo Stato su questo tema, Regione Lombardia ne aggiunge 450.

DANNI RIFORMA DELRIO – L’accordo è giunto dopo mesi di trattative e riesce a preservare sia i lavoratori sia i servizi ai cittadini. “Regione Lombardia ha fatto la sua parte, ma certo non può sostituirsi al Governo nel riparare ai danni della riforma Delrio”, sottolinea Nava.

RIFORMA COSTITUZIONALE – Il 2016 sarà un anno di transizione con la probabile approvazione della Riforma costituzionale che porterà all’abolizione delle Province e alla nascita di qualcosa di nuovo. Anche su questo, Regione Lombardia farà la propria parte, aprendo da gennaio un confronto con il sistema delle autonomie per elaborare una proposta di legge da sottoporre al Consiglio regionale.

LUNEDÌ RIUNIONE CON SINDACATI – Per quanto riguarda il tema del personale, nella giornata di lunedì ci sarà un incontro operativo con i sindacati per proseguire il lavoro già iniziato, confermando l’obiettivo che nessun lavoratore venga lasciato a casa.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio